Anonimo

chiede:

Buongiorno,
sono in stato di gravidanza da 5 mesi e purtroppo contemporaneamente al
feto sono cresciuti di dimensione due fibromi all’interno dell’utero. Per
questo motivo è dall’inizio della gravidanza che il ginecologo mi ha prescritto
una cura di progesterone “Lentogest” una fiala alla settimana che dovrà essere continuata fino al settimo mese. Allora le chiedo se con l’andar del tempo tutto questo progesterone in più non faccia male a me o al mio bambino. Grazie

Gentile Rossella,
abbiamo spesso risposto a quesiti simili. Ogni specialista ha la sua
esperienza e le proprie convinzioni personali, quindi le sconsiglio di porre
quesiti del tipo “mi hanno prescritto questo farmaco, lei cosa ne pensa?”,
perché rischia di avere ogni volta una risposta differente. Ma non voglio
deluderla e quindi le darò alcune informazioni.
I fibromi tendono ad aumentare di volume nel primo trimestre di gravidanza e
il loro riscontro è relativamente frequente. Costituiscono senza dubbio un
elemento di disturbo del regolare svolgersi della gravidanza, ma sono
davvero tanti i casi in cui non creano problemi. Allo stesso tempo non
esistono studi che dimostrino chiaramente che l’uso del progesterone riduca
il rischio di aborto e/o di parto prematuro. Per i possibili danni al feto,
con gli attuali progestinici utilizzati a questo scopo, anch’essi non sono
mai stati evidenziati. Nel passato alcuni progestinici di sintesi potevano
causare la mascolinizzazione del feto femmina, ma non si usano più da tempo.
Questo è quello che vien fuori dalla medicina basata sull’evidenza. Il resto
sono opinioni. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo