Anonimo

chiede:

Salve, il 1 Gennaio 2016 mi è stato prorogato il contratto in un supermercato con scadenza annuale (ovvero il 31/12/2016) ma proprio in quel giorno ho scoperto di essere incinta, poiché mi sono resa conto che negli ultimi giorni di Dicembre 2015 non mi era arrivato il ciclo, sempre avuto regolarmente. Ora le mie domande sono queste: cosa avviene al lavoro durante la mia gravidanza? Senza presunti rischi ed una gravidanza normale, in quale mese potrò andare in maternità? Data la scadenza del contratto fra 12 mesi ma il presunto parto fra 9 mesi, cosa avviene al mio contratto nei 3 mesi successivi al parto? La mia cooperativa, quando mi assunse, mi disse che dopo il contratto annuale sarebbe quasi sicuramente scattato l’indeterminato: ma loro possono licenziarmi a scadenza dei 12 mesi di attuale contratto? Grazie in anticipo per le risposte, purtroppo sono totalmente ignorante in materia.

Gentile Sig.ra, lei per legge ha diritto a 5 mesi di maternità che possono essere utilizzati o 2 prima della data presunta del parto e 3 dopo tale data, oppure può chiedere di spostare di un mese l’inizio della maternità obbligatoria e fare 1 mese prima del parto e 4 mesi dopo il parto. Per tutta la maternità lei percepirà l’indennità di maternità al posto dello stipendio. Durante questo periodo la sua ditta potrà assumere temporaneamente un sostituto con le agevolazioni previste, in quanto assunto per sostituire una lavoratrice in maternità.
Allo scadere del contratto non vi è un obbligo del datore di lavoro di sottoscrivere con lei un nuovo contratto.
Cordialmente

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Avvocato