Gravidanza a rischio e flessibilità astensione obbligatoria - GravidanzaOnLine

Gravidanza a rischio e flessibilità astensione obbligatoria

Anonimo

chiede:

Salve, vorrei avere dei chiarimenti: sono alla 25° settimana di
gravidanza, la mia titolare vorrebbe che facessi fare un certificato dal
ginecologo come gravidanza a rischio (premetto che il mio gine è privato
e
vorrebbe andare poi lei al consultorio per farlo convalidare) questo per
un suo tornaconto, poiché dovrebbe assumere una persona in sostituzione
maternità, così il mio stipendio lo paga l’inps e lei ha il contributo
del 50% dallo Stato. Ma questa persona dovrebbe venire solo mezza
giornata
e io in gravidanza a rischio venire nel pomeriggio. Io fino ad ora sto
bene e vorrei scegliere la modalità della flessibilità in maternità
obbligatoria 1 mese + 4 dopo.
Le mie domande sono queste: Se dovessi fare il certificato di gravidanza
a
rischio, potrei comunque lavorare? Ci sarebbero dei controlli in
azienda? E con la gravidanza a rischio si può comunque inoltrare la maternità
obbligatoria flessibile, entro quando presentarla? Io credo che non si
possano cumulare gravidanza a rischio e maternità flessibile perché sono
contrastanti. Attendo vs chiarezza, sono molto confusa.

Gentile Utente,
la maternità anticipata spetta di diritto alla lavoratrice nei casi
specificamente previsti dal decreto legislativo 151/01 (problemi di salute
della gestante, lavoro o luogo di lavoro insalubre, mansioni pesanti ed
impossibilità di essere adibita ad altre mansioni). Durante il congedo per
maternità anticipata la lavoratrice mantiene il diritto alla retribuzione
totale. È evidente che nel Suo caso il congedo per maternità anticipata
sarebbe chiesto esclusivamente per ragioni di convenienza della Sua datrice
di lavoro, non sussistendo i presupposti di legge. Dovrebbe, inoltre,
rivolgersi ad un ginecologo che certifichi l’esistenza di condizioni di
rischio, di fatto non reali. Le consiglio di esercitare i Suoi diritti di
lavoratrice chiedendo il congedo per maternità obbligatoria nella formula da
Lei prospettata (4 + 1) senza assecondare biechi interessi economici altrui.
Ricordi che la legge tutela in primis i diritti dei lavoratori e delle
lavoratrici. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Avvocato