Anonimo

chiede:

Salve, avrei bisogno di una consulenza. Sono in gravidanza a rischio, 10 settimane, ho un contratto nel settore turismo/ristorazione con scadenza al 31 maggio 2015. Mi hanno riferito che il contratto alla scadenza scadrà automaticamente non garantendomi la tutela dell’astensione anticipata, ma che poi dovrò fare le pratiche per la disoccupazione e poi al 7° mese le pratiche per l’astensione obbligatoria che mi pagherà l’inps. È possibile che al 31 maggio il contratto scada senza congelarsi e senza garantirmi l’astensione anticipata? Non ce alcuna tutela alternativa? Grazie mille

Gentile Signora, nel caso di contratto a termine la scadenza è stabilita originariamente e prescinde dall’eventuale insorgenza di una gravidanza della lavoratrice. La legge prevede che se il periodo di congedo per maternità obbligatoria inizia entro 180 giorni dalla cessazione del contratto, la lavoratrice abbia diritto all’indennità di maternità purchè già in godimento dell’assegno di disoccupazione. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Avvocato