Gravidanza a rischio | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentile Dottore, ho 41 anni. Sono italiana, ma vivo in Svizzera. Il 1° aborto il 28/02/2011 alla 9+4 (feto morto alla 6 settimana): cariotipo femminile a 47 cromosomi,presenza di una trisomia 16. Diagnosi dell’esame citologico:camera gestazionale anembrionata pluriframmentata con villi coriali in avanzata fase regressiva e focalmente idropici ed endometrio in massiva trasformazione deciduale con fenomeni necrotico-emorragici e flogistici. Nessun raschiamento:ho espulso in modo naturale. Abbiamo fatto, sia io che mio marito, l’analisi cromosomica ed è tutto nella norma. Il 2° aborto(feto morto alla sesta settim) il 16/09/2011. Tutto uguale come al 1°, unica differenza: cariotipo normale maschile, 46 XY. Risultati analisi: proteina c =108 /proteina s= 95 / lac ratio: 0.84/ omocistenemia=8 /anti-tireoperossidasi (tpo) =0.60/ aca igg: 1.0/ aca igm= 1.1/ ana= assenti/ anticorpi anti-ds dna: assenti/ folati= 12.74/ emocromo completo=tutto regolare/ diagnosi genetica ipermocisteinemia = presenza del polimorfismo c677t allo stato eterozigote/apc resistance= 1.89/ mutazione fattore v leyden = presenza della mutazione g1691a allo stato eterozigote/ polimorfismo gene della protrombina = assenza della mutazione G20210A/ FSH=5.20 (al 3° giorno mestruaz)/ HPRL=23.56/Al 18°giorno (20.03.2012): FT3= 3.95/FT4=8.74/ HPRL=32.05/ Progesterone=12.70/ 17 Beta Estradiolo=159; CA 125=8.8/. Spermiogramma e isteroscopia: tutto nella norma, ma l’ormone antimulleriano è a1.3 in data 13/2/2012. Ma 13 gennaio ho avuto delle perdite marroncine senza mestruazioni. Le beta erano a 500 e quindi ero incinta (subito ho assunto progesterone, 2 al giorno). Dopo 3 giorni erano solo a 730 e poi solo a 455. Aborto ancora! Prima di tentare di rimanere incinta, dovrei assumere l’aspirina e Deltacortene?o danneggerebbe il cervello del bimbo. Assumo già acido folico. Che dobbiamo fare? Ci dobbiamo arrendere? Dovrei fare altre analisi? Grazie in anticipo

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile signora,
le mutazioni eterozigoti non escludono in assoluto la possibilità di concepire e portare avanti con successo una gravidanza ma, vista la sua età le consiglio di finalizzare meglio i suoi tentativi, più che provare spontaneamente con aggiunta di aspirinetta o quant’altro, rivolgendosi ad un Centro per la Procreazione Medicalmente Assistita con adeguata esperienza in merito. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo