Emorroidi sì, emorroidi no? - GravidanzaOnLine

Emorroidi sì, emorroidi no?

Anonimo

chiede:

Buonasera Dottore, mi chiamo Elisa ed ho 33 anni. Sin da piccola
ho
sofferto di stipsi, negli ultimi anni la mia stitichezza è
migliorata
molto, a parte alcuni periodi di difficoltà legati ai cambi di
stagione.
Due anni fa ho partorito un bimbo di 4.500 kg ed ho accusato
problemi
gravi di emorroidi. In circa un mese le cose si sono sistemate, ma
ora
sento spesso bruciore e se mi capita di dover digerire spingendo un
po’ di più mi si gonfia una emorroide… insomma non sono più in
condizioni
normali. Cosa mi consiglia e se volessi un altro bimbo? A cosa
andrei
incontro?

Gentile Signora Elisa,
il parto naturale è molto spesso causa di sofferenza delle vene
emorroidarie con conseguente sofferenza dei legamenti che mantengono
in sede la mucosa ano-rettale, provocando il prolasso muco-emorroidario.
Esso è diagnosticabile quasi sempre con una visita specialistica con
l’anoscopia che evidenzia l’entità dell’insufficienza venosa e,
soprattutto, l’affastellamento della mucosa rettale con sub-ostruzione defecatoria che si manifesta clinicamente con defecazione
incompleta e quindi ripetuta durante il giorno, con prurito, bruciore,
muco, tracce di sangue, ano umido, macchie sullo slip, ecc
Distinti saluti

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Colonproctologo