È ancora possibile una gravidanza? - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentili dottori, ho quasi 38 anni e due bimbe avute entrambe con TC dopo
tante difficoltà. Vi elenco nell’ordine le mie peripezie: aborto alla
17esima settimana per utero setto, operazione utero setto, prima
gravidanza, operazione di varicocele per mio marito, seconda gravidanza.
Dopo la seconda gravidanza ho avuto per due anni perdite ematiche cui
nessuno riusciva a dare una spiegazione (mi dicevano “metroraggia
disfunzionale”) fino a che un bravo ginecologo con l’ecografia ha
identificato un istmocele. Praticamente era la cicatrice del cesareo che,
avendo formato una sacca, faceva ristagnare il sangue mestruale
determinando infezioni e dunque sanguinamenti irregolari (anche tutto il
mese). Sono stata operata lo scorso anno per rimuovere l’istmocele, ora
sono 8 mesi che con mio marito stiamo provando ad avere un bambino, ma
senza risultati. Secondo lei vista la mia età e quella di mio marito (43
anni) possiamo ancora sperare di avere un altro bambino? Mio marito sta
prendendo il proxeed, su indicazione del medico che lo operò di
varicocele, potrebbe aumentare la qualità del liquido seminale? Il fatto
che ho avuto l’istmocele può pregiudicare una gravidanza? Vi ringrazio se
vorrete darmi dei consigli, sento che ho poco tempo prima di rinunciare a
questo desiderio del terzo bimbo. Grazie di tutto, arrivederci.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile signora,

il fatto che abbia già avuto 2 gravidanze, anche se con taglio cesareo, lascia pensare che lei e suo marito siate fertili e quindi non esclude che possiate avene una terza. A questo proposito l’istmocele non dovrebbe pregiudicare una ulteriore gravidanza e il proxeed potrebbe dare dei benefici sul seminale, bisogna anche dire che l’età ha il suo peso e quindi più si va avanti con gli anni (soprattutto per la donna) e più le probabilità di concepimento si riducono. Debbo anche dirle che dopo 2 cesarei un eventuale terzo cesareo potrebbe non essere agevole dal punto di vista chirurgico e pertanto le consiglierei nel caso di rivolgersi ad un chirurgo ostetrico-ginecologo esperto. Cordiali saluti

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo