Anonimo

chiede:

Può una donna in regime d’interdizione dal lavoro per motivi di
gravidanza, comunicare alle direzioni provinciali del lavoro, che ne
autorizzano il beneficio, comunicare n° 2 domicili per l’eventuale
visita fiscale? (tipo: lunedi-venerdi presso l’abitazione dei propri
genitori, e dal sabato alla domenica presso la propria abitazione)
Questo tipo di fattispecie risulta necessaria per motivi di
assistenza, in quanto essendo in stato di gravidanza a “rischio”, la
gestante ha bisogno di una assistenza continua, cosa che può avere
presso i domicili dei propri familiari( genitori – marito).
Grazie

Redazione

Redazione

risponde:

Salve, è un caso inusuale ma ritengo che una precisa indicazione
temporale e fisica della sua reperibilità possa esonerarla da
contestazioni anche se non esiste la certezza assoluta. È comunque un
comportamento da adottare in questi casi di necessità. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Avvocato