Diritto alla maternità | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno, premessa: ho una bambina di 30 mesi, quando rimasi incinta avevo un CCNL a tempo indeterminato e allo scattare dell’anno della bambina fui licenziata, per mia fortuna in poche settimane ho trovato un nuovo lavoro che mi piace e mi soddisfa, ma ho lavorato per 12 mesi con contratto a compenso sportivo e a gennaio 2015 mi hanno fatto un CCNL a tempo determinato, oggi scopro (non cercato ma assolutamente voluto) di essere nuovamente in attesa, il contratto scade il 31/08 io vorrei dire subito al datore di lavoro di essere incinta (ho sofferto molto nella prima gravidanza a causa del datore di lavoro anche se mi conosceva da anni e mi fidavo ciecamente) e chiedere di lavorare fino agli 8 mesi, possono prorogare il contratto a una donna incinta anche per 4 mesi, anche se già sanno della mia gravidanza? Vorrei poterli rassicurare sul fatto che lavorerò volentieri fino all’ultimo e rientrare appena mi è possibile, senza che abbiano obblighi oltre il rinnovo dei 4 mesi. Nel caso non mi prorogassero il contratto, io ho versato solo 8 mesi di contributi, mi spetterebbe la maternità, ma per quanto riguarda la disoccupazione mi dovrò accontentare della mini aspi? Spero di essermi spiegata bene, la ringrazio anticipatamente. Saluti

Gentile Liliana, Lei è tenuta a comunicare il Suo stato di gravidanza al datore di lavoro prima dell’inizio del periodo di maternità obbligatoria, ossia prima dell’inizio del 7° mese. Trattandosi di contratto di lavoro a tempo determinato è nella discrezionalità del Suo datore di lavoro decidere di prorogare o rinnovare il rapporto, a prescindere dalla Sua maternità, essendo il termine di cessazione stabilito originariamente. Qualora, infine, il contratto di lavoro Le fosse prorogato, potrà lavorare fino all’8° mese di gestazione, purché il Suo ginecologo di fiducia Le rilasci un certificato che attesti il nullaosta alla continuazione dell’espletamento della mansione, compatibilmente con le condizioni di salute Sue e del feto e tenuto conto del tipo di lavoro che svolge. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Avvocato