Dimensioni del sacco vitellino in gravidanza - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno, ho appena fatto un’ecografia transvaginale alla settimana 6 +1 giorno, dalla quale è risultato un embrione di 4 mm con battito spontaneo ma sacco vitellino di 7,3 mm. Quanto potrebbe essere rilevante un sacco vitellino di queste dimensioni? La mia è una gravidanza da FIVET. La ringrazio per la risposta.

Buongiorno signora, il sacco vitellino è il primo elemento visibile nella camera gestazionale. Lo si individua con l’ecografia già verso la quinta settimana dall’ultimo mestruo oppure alla terza settimana di gestazione. Ha la forma di un anello, di un piccolo cerchio e svolge azione di nutrimento nelle prime fasi di sviluppo dell’embrione. Normalmente le sue dimensioni sono di circa 5 mm e misure maggiori fanno pensare ad un’alterazione dei cromosomi dell’embrione, con possibilità di esito abortivo. Questa comunque è una probabilità e non una certezza, perciò la gravidanza andrà controllata nelle settimane successive per valutare la persistenza del battito cardiaco e la crescita dell’embrione. Giunti alla 11-12 settimana consiglio un test per la diagnosi prenatale, che potrà essere la ricerca del DNA fetale nel sangue materno (NIPT), in considerazione del fatto che la gravidanza è stata ottenuta con la FIVET, la misurazione della translucenza nucale ed eventualmente la villocentesi.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo