'Devo comunicare al datore di lavoro che andrò in maternità anticipata?' - GravidanzaOnLine

"Devo comunicare al datore di lavoro che andrò in maternità anticipata?"

Maria

chiede:

Salve,
scrivo perché sono incinta di 8 settimane. Al momento sono assunta tramite agenzia con contratto a tempo determinato scaduto il 31/12, è stata fatta una assunzione diretta a partire dal 1° gennaio, sempre con contratto a tempo determinato. Visto che per il tipo di lavoro la mia ginecologa mi ha consigliato di andare in maternità anticipata alle 12 settimane, ovvero a meta gennaio, come verrebbe calcolata la maternità? E sono obbligata ad informare il datore di lavoro prima di firmare il suddetto contratto?

Avv. Lorenzo Cirri

Avv. Lorenzo Cirri

risponde:

Non sussiste alcun obbligo di comunicare il proprio stato di gravidanza, se non entro il settimo mese (ossia l’inizio della decorrenza del periodo di astensione obbligatoria) o dell’inizio dell’astensione anticipata. La gravidanza non può rappresentare una discriminante per l’assunzione. Le spetterebbe inoltre l’intera indennità, poiché sempre occupata nei periodi di astensione.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Avvocato

Categorie