Anonimo

chiede:

Gentile Dottore, ho ritirato gli esiti della curva glicemica 75 gr e
la mia ginecologa è in ferie fino a metà mese e non so come muovermi.
Le chiedo pertanto cortesemente qualche delucidazione. Sono alla 26 settimana di gravidanza e sono ingrassata 3,5 kg; detesto i dolci in ogni
forma da sempre (zucchero solo il caffè della mattina); a inizio
gravidanza pesavo kg 75 e sono alta 1,67; ho 38 anni appena compiuti e
ogni giorno cammino per un’ora.
Ecco i risultati della curva: primo prelievo a digiuno (per valutare se
inviarmi senza fare l’esame direttamente all’ospedale): glicemia 104;
secondo prelievo a digiuno dopo 5 minuti: 76 (come mai questa
differenza se ero sempre a digiuno e dopo soli 5 minuti?); prelievo
dopo un’ora dall’assunzione del glucosio 75gr: 182 (massimo riportato
dal laboratorio 180); prelievo a due ore: 149 (massimo indic. dal
laboratorio 155). Ho il diabete? Perché i primi due prelievi, pur
essendo stati effettuati entrambi a digiuno, mostrano risultati così
diversi? In attesa di reperire la mia ginecologa cosa posso fare? La
ringrazio molto per l’aiuto, due settimane senza poter parlare con la
mia dottoressa sono tante e non so se la mia situazione richiede un
controllo urgente. Il laboratorio mi ha detto che la curva non va bene, di andare subito dal medico. Ancora grazie mille.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile lettrice, diamo per scontato che il nostro servizio sanitario nazionale dovrebbe essere in grado di rispondere tempestivamente a questo genere di situazioni (nell’ordine: medico di famiglia, se non c’é: servizio di diabetologia dell’ospedale, se manca: reparto di ginecologia, e di sicuro lì trova qualcuno). Comunque, stia tranquilla, se anche il GDM si dovesse confermare (in questo caso io ripeterei la curva da carico, associando eventualmente il dosaggio dell’emoglobina glicata), non é richiesto un trattamento “urgente”.
Nel frattempo ovviamente eviti tutti i dolci, colazione (parte solida) con fette biscottate integrali, spuntino frutta, pranzo solo pasta integrale biologica, poco pane, possibilmente di farro, cena libera, 4 porzioni almeno di vegetali al giorno, pochissimi latticini (max 2/sett), legumi almeno 3 volte a settimana, meglio 4. Ovviamente non le sto suggerendo una dieta (noterà solo indicazioni generiche e senza quantità), la dieta per il trattamento dell’eventuale GDM devono dargliela in ospedale, o gliela darà un nutrizionista anche privato in accordo con il ginecologo. Mi faccia sapere.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Nutrizionista