Controllo degli indici flussimetrici - GravidanzaOnLine

Controllo degli indici flussimetrici

Anonimo

chiede:

Gentili dottori, ho effettuato un controllo degli indici flussimetrici valutati a livello delle arterie uterine alla 20+3 settimana di gestazione e medesimi sono risultati di resistenza ai limiti superiori della norma (IR Sn 0,59, IR dx 0,65). Alla 22^ settimana è stato
effettuato un nuovo controllo e gli indici sono risultati IR sn 0,58 e IR dx 0,70. Ci
è stato quindi detto che detti valori sono da considerarsi costanti e leggermente superiori alla norma. Poiché nella passata gravidanza alla 30^ settimana sono stata colpita da una gestosi grave (più precisamente Pre-eclampsia con help) detti valori quand’è che sono da considerarsi severi? Quali sono gli indici massimi e minimi di valutazione? Ringrazio anticipatamente.

Gentile Diana,
la flussimetria delle arterie uterine rappresenta un buon indice predittivo
del regolare andamento della funzione placentare, dell’accrescimento fetale
e della prevedibilità o meno di un’ipertensione arteriosa della gestante.
Quando i valori sono patologici, si ammette che vi sia un 30% delle
possibilità che si verifichi uno o più inconvenienti e quindi la gravidanza
viene sottoposta a controlli più ravvicinati e severi. Il valore considerato
limite fra la norma e la patologia dell’RI è 0,60 e si ritiene che almeno
una delle due uterine dovrebbe avere un valore ampiamente inferiore a questo
valore. Altro elemento considerato peggiorativo e la presenza di una
particolare incisura dicrota dell’integrale di flusso, cioè quel grafico che
l’apparecchio disegna nel corso dell’esame. Si tratta come vede di una
valutazione specialistica che richiede competenze specifiche da parte di
operatori che si occupano di diagnosi prenatale e accertamento dello stato
di benessere fetale e in sostanza di gravidanza a rischio. Ed è ad uno di
essi che deve rivolgersi, vista la sua precedente esperienza. Cordiali
saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo