Marito o compagno in sala parto: si o no? - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno, sono all’inizio della gravidanza e mio marito non fa che ripetermi di come non stia nella pelle a veder nascere il nostro bambino. Purtroppo io vorrei partorire da sola ma non ho cuore di dirgli che non lo vorrei in sala parto con me. Sono io sbagliata? So che le altre mamme hanno accolto volentieri i mariti in sala parto, ma io sinceramente non voglio farmi vedere da lui mentre partorisco. Cosa devo fare?

Buongiorno, non tutte le future mamme hanno piacere che il marito assista al parto, e dietro questa scelta ci sono molte motivazioni: la poca confidenza, il bisogno di non farsi vedere mentre si soffre o in condizioni di disagio psico-fisico, la paura che certe scene un po’ crude (che possono capitare durante il parto) possano impressionare il proprio partner e così via. Non c’è una scelta giusta e una sbagliata, è una scelta che va affrontata insieme a suo marito, chiarendovi sul perché lei preferisce che lui non sia presente. Se trovasse difficile parlare direttamente con suo marito può pensare prima di parlarne al corso preparto e chiedere il giusto supporto per essere aiutata a vivere questo momento al meglio. Un cordiale saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Psicologo

Categorie