Come imparare a fidarsi della baby sitter - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno dottoressa, su consiglio delle mie amiche già mamme ho deciso di “concedere” una sera a settimana a me e mio marito: una sera senza bambini in cui possiamo finalmente parlare, rilassarci e confrontarci senza capricci e pensieri.

Il problema è che non sempre i nonni sono disponibili a tenerci il bimbo (che ha due anni) e a volte dobbiamo ricorrere alla baby sitter, e io non riesco assolutamente a fidarmi. Si tratta di una ragazza che ha già lavorato con altre mie amiche, ma per me è comunque un estranea e non so davvero come imparare a fidarmi. Non credo che cambiare baby sitter risolverebbe la cosa, perché anche la nuova baby sitter sarebbe un’estranea. Ho provato ad affidarle mio figlio ma sono stata in pensiero per tutta la sera e non mi sono goduta affatto l’uscita. Come posso fare?

Cara mamma, è comprensibile che all’inizio non sia facile lasciare suo figlio con un’altra persona che, per quanto di fiducia, non è un familiare. La fiducia va creata e instaurata piano piano: provi magari cominciando a lasciarlo per poco tempo, e via via lasciarlo per un tempo più lungo. Cerchi di intepretare il comportamento della baby sitter e del suo bambino (suo figlio è contento di stare con questa babysitter? Si diverte? È sereno?), e si dia il tempo di metabolizzare l’idea di non poter avere sempre il controllo su di lui (questo è un punto importante per la sua crescita e per vivere bene, entrambi, anche tutti gli altri passaggi evolutivi). Vedrà che piano piano sarà piacevole riscoprire i momenti di intimità con suo marito, sentendosi sempre più serena e rilassata, sapendo che suo figlio è in buone mani. Un cordiale saluto.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Psicologo

Categorie