Anonimo

chiede:

Buongiorno, sono al 7 mese di gravidanza, fino al 31 luglio 2015 ero socia in una società SNC che si occupava di gestire un asilo nido, questo a partire dal settembre del 2012, per motivi di carattere finanziario abbiamo chiuso al 31 luglio 2015 la partita iva con domanda ufficiale pervenuta all’Inps in data 4-8-2015 e cancellata con effetto dal 13-8-2015. Dato il regolare pagamento negli scorsi anni e con ultimo versamento in data 20-8 all’INPS, la mia domanda è questa: posso in qualche modo percepire qualcosa dall’ente o dallo stato per la maternità? E se sì in che modo? Oppure ove ciò non fosse possibile, essendo al momento disoccupata posso fare richiesta di qualche tipo di assegno o di aiuto economico da parte di enti o statali? Grazie per l’attenzione, spero di essere stata chiara nel porre la domanda.

Gentile Sig.ra, in genere per le partite IVA nulla è previsto alla chiusura della stessa. È necessario vedere come socia di snc quale tipo di contributo assicurativo versava all’INPS e di quali diritti può beneficiare perché, ad esempio, se fosse stata lavoratrice dipendente, avrebbe potuto fare richiesta di disoccupazione e poi richiedere la maternità che avrebbe sostituito la disoccupazione per il periodo necessario. Nel caso in cui nel suo piano assicurativo è compresa una forma di disoccupazione, potrebbe accedere all’indennità di maternità. In caso non fosse prevista la disoccupazione e quindi la maternità, aiuti economici possono essere stati previsti dal suo Comune di appartenenza, quindi dovrebbe informarsi presso le istituzioni locali, poiché ogni Regione o Provincia o Comune gestisce come meglio crede i fondi e le risorse a disposizione.
Cordialmente

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Avvocato