Cambio datore di lavoro in maternità obbligatoria | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Salve, sono un’infermiera che a partire dal 1/1/2015 (ultimo mese di maternità obbligatoria, il termine della obbligatoria dovrebbe essere fine gennaio) passerà da una cooperativa privata a un impiego in una usl pubblica in quanto vincitrice di un concorso. Chiaramente fino al 31/12/2014 sarò ancora dipendente della cooperativa perciò la domanda di proseguo della maternità obbligatoria (quella dei 3 mesi dopo il parto) la farò con loro, ma volevo sapere se una volta cambiato datore di lavoro ad anno nuovo (per l’ultimo mese) dovrò fare una nuova richiesta o basta modificare quella già fatta cambiando solo il datore di lavoro. Inoltre dato che sarà poco fattibile il rientro subito dopo la obbligatoria, volevo sapere se pur non essendo mai entrata a lavoro posso richiedere il congedo parentale immediatamente oppure devo entrare a lavoro qualche giorno per poi averlo! Grazie

Gentile Signora, per iniziare un nuovo rapporto di lavoro è necessario che sia terminato il periodo di astensione per maternità obbligatoria, durante il quale vige il divieto di adibire la donna al lavoro se dipendente. Pertanto è plausibile che l’indennità di maternità Le venga corrisposta dal precedente datore di lavoro ed, eventualmente, dall’Inps fino al termine del congedo. Quanto alla possibilità di fruire della maternità facoltativa, la legge richiede che sia vigente un contratto di lavoro. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Avvocato