Badante in maternità a rischio - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno, ho assunto una badante per mia figlia disabile che era
disoccupata da più di 24 mesi con contratto a tempo indeterminato, il 1/12/2010, ora mi ha comunicato di essere incinta e di doversi assentare dal
lavoro. Quali sono i miei obblighi verso di lei e a cosa ha diritto da
parte dell’inps? Grazie

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Signora,
la tutela delle lavoratrici gestanti si estende anche alle lavoratrici a cui
si applica il CCNL per il lavoro domestico.
Da quanto Lei scrive, si presume che la lavoratrice abbia ottenuto dalla
Direzione Provinciale del Lavoro provvedimento di astensione anticipata (c.d.
maternità anticipata). Nel caso la stessa si deve assentare dal lavoro sino a
compimento dell’astensione obbligatoria, prevista in tre mesi dopo la data del
parto.
Per tutto questo periodo l’indennità di maternità è corrisposta direttamente
dall’INPS e la lavoratrice, all’uopo, deve presentare apposita domanda
direttamente all’Istituto. Lei non dovrà anticipare alcun importo a titolo di
indennità di maternità e gli unici suoi obblighi saranno quelli relativi alla
tutela della lavoratrice gestante: divieto di licenziamento sino all’anno di
vita del bambino, diritto alla conservazione del posto di lavoro, maturazione
dei ratei di ferie, permessi, mensilità aggiuntive e TFR.
Cordiali saluti,

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Avvocato