Anonimo

chiede:

Buongiorno, ho 34 anni e due bimbi di 4 e 2 anni. Io e mio marito stiamo da un anno circo cercando il terzo che non arriva. Dopo una visita ginecologica il medico mi ha prescritto clomid da prendere durante le prossime mestruazioni per indurre l’ovulazione. Ho cicli irregolari da sempre che arrivano anche a 48/50 giorni e ovaie microcistiche. Ho letto però le avvertenza speciali riportate sul foglietto illustrativo del farmaco e mi sono spaventata: mi riferisco alla parte in cui si parla di rischio di trisomie e sindrome di down e della morte fetale. Vorrei un suo parere in merito a quanto riportato sul foglietto. Io e mio marito desideriamo tanto questo bimbo, ma senza mettere a rischio la sua salute. Grazie per l’attenzione.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Laura il rischio di anomalie cromosomiche non è legato ad una terapia farmacologica per l’induzione dell’ovulazione ma all’età materna e all’embrione stesso, in caso di riscontro di markers ecografici durante i controlli del primo trimestre. Auguri

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo