"Soffro di attacchi di panico: devo rinunciare alla maternità?"

Anonimo

chiede:

Salve, desidero moltissimo una gravidanza, ma purtroppo soffro di ansia e di attacchi di panico (che per fortuna in questo momento sono stabili). Desidero provare la gioia della maternità ma dall’altro lato penso che un cambiamento del genere possa acuire il mio disagio mentale, con l’aggravante di non poter prendere nessun farmaco per tenere la cosa sotto controllo. Nonostante io stia facendo un percorso psicologico, non siamo ancora venuti a capo dell’origine di quest’ansia, che sembra essere proprio generalizzata. Cosa posso fare? Devo rinunciare a diventare mamma?

Gentile signora, non credo che debba precludersi la possibilità di diventare mamma. È vero che in un momento di grande cambiamento come quello della gravidanza e del post nascita si può essere più fragili, ma questo non significa che si debba per questo rinunciare a diventare genitori.

Il fatto che stia facendo un percorso psicologico in questo momento della sua vita credo sia molto importante, così come credo che sia estremamente importante affrontare questo argomento in terapia.

Esponga serenamente i suoi dubbi e le sue preoccupazioni al/alla collega che la sta seguendo e sono certa che, dandosi tempo e offrendosi la possibilità di dare una risposta ai suoi dubbi e alle sue paure, potrà trovare la risposta che cerca. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Psicologo

Categorie