"All'assunzione devo informare il datore di lavoro della mia gravidanza?"

Anonimo

chiede:

Buongiorno, sono un medico che ha appena scoperto di essere in dolce attesa e dovrò firmare un contratto di lavoro pubblico a tempo indeterminato. La mia mansione in caso di gravidanza è limitata dell’80%. Non posso entrare in sala operatoria ecc.

Devo informare il mio primario prima di firmare? La scoperta è così recente che non ho ancora fatto analisi approfondite e visita ginecologica ma devo firmare a breve il contratto. Potrebbero opporsi alla mia assunzione? So che sarebbe incostituzionale ma in questo momento di forte ansia ho bisogno di certezze. Grazie.

Avv. Sara Girelli

risponde:

Buongiorno signora, sarebbe sicuramente un ottimo comportamento quello di informare del Suo stato di gravidanza il Suo primario prima di firmare il contratto di lavoro, ma non è previsto per legge tale tipo di informazione, è più una questione di correttezza. Essendo un contratto di lavoro pubblico, immagino che Lei abbia fatto un concorso o comunque sia stata fatta una selezione prima dell’assunzione e, pertanto, il Suo primario non può opporsi all’assunzione stessa perché lei ora è incinta. Il mio consiglio, prettamente personale, è di firmare il contratto o solo a seguito di accertamenti diagnostici relativi all’effettivo stato di gravidanza informare la struttura. La notizia data al primario, ripeto, è solo una questione di correttezza.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Avvocato

Categorie