Anonimo

chiede:

Buongiorno, da un mese sono a casa dal lavoro in quanto ho richiesto due mesi di aspettativa non retribuita per motivi personali. Lunedì ho scoperto di essere incinta ed essendo per me la terza gravidanza dopo due aborti spontanei la mia ginecologa mi ha certificato una gravidanza a rischio.

La mia domanda è la seguente: essendo in aspettativa non retribuita per due mesi, posso interromperla col certificato di gravidanza a rischio così da avere diritto allo stipendio dell’Inps? Grazie, cordiali saluti.

Avv. Lorenzo Cirri

Avv. Lorenzo Cirri

risponde:

Buongiorno signora, sì può interrompere l’aspettativa e anzi deve presentare domanda di gravidanza a rischio. Difatti nel caso in cui decorrono più di 60 giorni tra l’inizio dell’aspettativa e l’inizio della gravidanza, la lavoratrice perde il diritto al contributo di maternità. Nel suo caso l’aspettativa si interromperà per far spazio al congedo. Cordialmente.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Avvocato

Categorie