Anonimo

chiede:

Gentile dottore, ho subito un raschiamento a fine ottobre per aborto interno avvenuto all’8a settimana. Dopo circa 40 giorni, dopo il ritorno del ciclo mestruale, sono andata a fare una visita di controllo dal ginecologo che mi ha fatto un’ecografia interna, un pap test e una visita generale, dicendomi che era tutto ok, e che avrei potuto riniziare a provare ad avere una nuova gravidanza a partire da gennaio, ovvero 2 mesi dopo il raschiamento. Io e mio marito speravamo di poter ricominciare sin da subito, ma il ginecologo ha detto che sebbene io stia bene, l’utero sia pulito, l’endometrio di dimensioni buone (8 mm) così come le ovaie, è meglio che io mi riposi ancora un po’. Questo sinceramente mi sconforta, nel senso che psicologicamente mi sento pronta ad affrontare una nuova gravidanza, anche per non dover ancora continuare a rimuginare sulla mia gravidanza finita male…Il dottore mi ha anche prescritto le seguenti analisi, di cui le riporto i risultati: Omocisteina 10,9 mcmol/L (4.0 – 15.4) Lupus anticoagulanti 0,81 >2.0 Forte presenza di LA. 1.5 – 2.0 Moderata presenza di LA. 1.2 – 1.5 Debole Presenza di LA. < 4) Ab anti tireoperossidasi 0,40 UI/mL (0 – 9) Ab anti recettore TSH < 1 UI/L (Minore di 1) A quanto pare i valori rientrano nella norma, anche se FT3, FT4, TSH sono vicini al limite inferiore. Da febbraio prendo Eutirox 50 per la presenza di 5 noduli tiroidei. Secondo lei da queste analisi si evince che l'aborto può essere stato causato da disfunzionalità tiroidea? Per quanto riguarda una nuova gravidanza, quali possono essere i rischi nel cercarla da subito e non da gennaio come consigliatomi dal ginecologo? La ringrazio per la pazienza e mi scuso se sono stata prolissa.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile signora,
l’uso di Eutirox 50 per i cinque noduli tiroidei (ovviamente benigni), nel tentativo di evitarne l’ingrossamento, giustifica l’abbassamento del valore di TSH, ma non quello di fT4. È opportuno rivalutarne la necessità di assunzione, ma non credo sia la causa del pregresso aborto. Per quanto concerne l’attesa prima di un nuovo concepimento dopo la revisione di cavità, è opportuno attendere il ripristino di un ciclo regolare, quindi circa due mesi dall’intervento chirurgico. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo