Amniocentesi o cordocentesi per infezione da citomegalovirus? | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Preg.mo Medico,
mi è stata accertata un’infezione primaria da

Redazione

Redazione

risponde:

Cara Barbara, con l’cordocentesi direttamente il sangue fetale dal cordone ombelicale.
La cordocentesi richiede maggiore perizia per essere eseguita ed è gravata (seppur con ampia variabilità da centro a centro) da maggiori potenziali complicanze.
La cosiddetta PCR eseguita nel liquido amniotico, è l’esame di prima scelta quando realmente esistono sospetti di un reale contagio fetale.
Tenga conto in ogni caso che una infezione precoce di solito obbedisce alla regola del tutto o nulla, nel senso che in caso di infezione, la gravidanza spesso si interrompe.
Una perfetta normalità ecografica, a patto ovviamente che vengano eseguite ecografie avanzate, può offrire una buona garanzia a riguardo dello stato fetale.
Ovviamente la certezza non può essere mai data.
A mio parere anche in caso di ipotetica positività alla PCR, i problemi non si risolvono del tutto, in quanto rimane sempre il dubbio che un feto perfetto anatomicamente possa essere realmente indenne da complicanze…ad ogni modo questa e altre problematiche inerenti, dovrebbe affrontarle di persona con il suo ginecologo – medico di fiducia.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo