Anonimo

chiede:

Gentili Dottori, buongiorno. Sono alla 30° settimana e nonostante sia già stata fatta la morfologica, nessuno mi riesce a dire se il bambino è maschio o femmina. La ginecologa che mi segue ha detto durante l’ultima visita che sembrava maschio per la presenza di una zona che poteva sembrare un pene, ma guardando meglio si vedeva una vulva. La ginecologa mi ha detto che potrebbe essere una bambina con una ipertrofia clitoridea che in genere si risolve in qualche giorno dalla nascita, ma guardando su internet la cosa mi sembra molto più grave di quanto indicatomi. Vorrei sapere se effettivamente questa ipertrofia si risolve o se è sempre legata alla sindrome di SAG. Ringrazio per le eventuali risposte. Cordialmente

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Cristina, prima di preoccuparsi inutilmente esegua, a meno che la sua ginecologa non effettui ecografie di livello avanzato, una eco di secondo livello, magari integrata con eco 4d. Solo così potrà avere notizie precise sulla anatomia della regione sessuale del suo bambino.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo