Parto

Il parto rappresenta per ogni donna un evento assolutamente speciale. Un essere umano si sviluppa e cresce attraverso un altro essere umano per poi nascere! Diventare mamma, perciò, è un’esperienza emozionale, fisica e mentale, fortissima. In questa rubrica tratteremo alcuni suggerimenti attraverso i quali aumentare la propria attenzione sul proprio corpo e sul bimbo che si porta in grembo, imparando così a conoscersi meglio proprio mentre lui sta crescendo.

Ginecologo

Ferita cesareo infetta dopo 9 mesi dall'intervento...

Salve,ho 19 anni, il giorno 2 settembre 2015 in una clinica ho dato alla luce la mia prima bambina con un parto cesareo preferito dal mio ginecologo perché portavo la pressione alta.Due giorni dopo il parto mi viene la febbre, i medici pensavano che era normale... dopo quattro giorni vedendo che questa febbre non scendeva, anche se stavo prendendo degli antibiotici, pensano di farmi una radiografia e scoprono che la ferita ha un'infezione in corso e mi trasferiscono in ospedale e lì mi riaprono la ferita senza anestesia.Sono stata diciotto giorni in ospedale tra medicazioni ecc, fino a quando la ferita è pulita e possono mettermi i punti. Dopo quindici giorni vado a farmi togliere i punti e il ginecologo che mi ha seguita in ospedale mi ha detto che era tutto a posto e non c'era più bisogno di fare medicazioni o mettere cerotti.Oggi, a distanza di quasi 9 mesi dalla nascita di mia figlia, ho di nuovo la febbre alta da più di dieci giorni e esce del liquido giallastro dalla ferita. Qualche giorno fa sono ritornata in quell'ospedale, mi hanno controllato e mi hanno detto che è una cosa grave e avrei bisogno di un intervento, ma che loro non possono fare perché è un ospedale che tratta solo ginecologia ed io avrei bisogno di un chirurgo e mi hanno mandata in un altro ospedale con un verbale di pronto soccorso e c'era scritto tutto quello di cui avevo bisogno. Arrivata in quell'ospedale il chirurgo mi guarda la ferita, dice sì, che è infetta, ma non c'è bisogno di nessun intervento e devo fare solo medicazioni, ma per la febbre non mi ha prescritto nulla.Vorrei un consiglio da lei cosa dovrei fare? Ritentare ad andare di nuovo al pronto soccorso o con le medicazioni si risolverà? Sono preoccupata, non sono stata rassicurata...

Ginecologo

Parto cesareo a richiesta, si può?

Salve, sono una ragazza di 25 anni e sono in attesa del mio secondo figlio. Il mio problema, che mi toglie ormai il sonno da settimane, sembra una sciocchezza visto che ho già partorito in passato, ma è proprio il travaglio!! Io mi chiedevo se per me era possibile richiedere un parto cesareo programmato anche in una clinica privata a pagamento, se non è possibile in ospedale. Io abito in Venezia Giulia, più precisamente a Trieste! Mi scuso se sembro un po’ infantile, ma la mia prima esperienza è stata molto scioccante e non credo di poter reggere una gravidanza con questo incubo, non farebbe bene né a me né al bimbo. Grazie se mi risponderete e per i preziosi chiarimenti che mi darete!!! Saluti

risponde

Ginecologo

Ritardo dopo il capoparto

Salve Dottore, ho un dubbio che mi attanaglia: ho partorito il 7/01/16 ho avuto il capoparto il 23/02/16 e sono durate sei gg (prima del parto duravano solo tre o quattro gg). Ora non mi sono ancora arrivate le mestruazioni!!! Abbiamo avuto rapporti protetti prima e dopo il capoparto, ma credo che una volta mio marito abbia iniziato a mettere il profilattico dal verso sbagliato e poi l'ha rigirato... potrei essere incinta? Ieri ho fatto un test ed è risultato negativo. Ringrazio per l'attenzione e spero mi risponda a breve. Grazie Saluti

risponde

Ostetrica

Parto naturale dopo cesareo

Salve,Ho 39 anni e 7 mesi fa ho partorito una splendida bambina con parto cesareo (41+3).Sei anni fa ho subito un intervento di miomectomia ma mi era stato detto che avrei potuto affrontare un parto naturale. Arrivata al termine della gravidanza non sono entrata in travaglio e visti i miei precedenti secondo il ginecologo non avrei potuto affrontare l'indotto e quindi si è ricorso al tc.La mia domanda è: in un'eventuale seconda gravidanza potrei fare parto naturale? O rischio la rottura dell'utero?

Ostetrica

Perdite di sangue a due mesi dal parto

Buongiorno, avrei bisogno di alcuni chiarimenti. La mia piccola ha 2 mesi e l'ho allattata esclusivamente al seno. La visita di controllo l'ho fatta a 30 giorni dal parto e andava tutto bene. Le perdite post parto erano sparite, tutto era tornato a posto, ma da 2 settimane ho perdite di sangue. All'inizio pensavo fossero tornate le mestruazioni, ma adesso inizio a preoccuparmi e non so se sia normale. Vi prego, aiutatemi, devo preoccuparmi oppure no??