“Quante cose succedono in 9 mesi: ma non quelle che mi aspettavo”

I nove mesi di gravidanza raccontati da una blogger francese, tra sorprese positive e altre negative: quello che le mamme (non) dicono e, spesso, non si aspettano.
“Quante cose succedono in 9 mesi: ma non quelle che mi aspettavo”

Tutto quello che una mamma (non) dice, e non si aspetta: lo racconta nel suo blog di bellezza Les Jolis Slims Delphine V.,  che durante l’attesa della sua bambina ha sperimentato situazioni nuove e inattese, raccolte in un post che ha avuto subito grande successo. Con leggerezza e ironia la blogger 30enne racconta la gravidanza tra scoperte positive e negative, riportate anche dall’HuffPost. Eccone alcune:

1) Ho imparato a prendermi cura della mia salute per piacere

Dover seguire una dieta salutare per molte future mamme può essere difficile, come pure dover rinunciare ai peccati di gola a cui di solito ci si abbandona senza troppa fatica. Invece, per Delphine, la sorpresa:

Prima immaginavo che privarsi di alcol, sigarette e pesce crudo per nove mesi fosse impossibile. Non dirò che questi “peccati” non mi manchino, ma le mie voglie di donna incinta sono avocado, ananas e arancia. Per non parlare dei chili di spinaci, mandorle… e l’acqua bevuta direttamente dalla bottiglia. Ho anche iniziato ad apprezzare il cioccolato fondente (e non mi piaceva per niente, prima). In breve, non tutte le donne incinte si svegliano alle quattro del mattino per ingurgitare un vasetto di Nutella formato famiglia ogni giorno. È vero che ho fame ma mangio meglio e senza eccessivo sforzo.

2) La scarsa umanità del personale infermieristico

La blogger racconta anche le scoperte meno piacevoli della dolce attesa, in particolare il trattamento del personale medico, diverso da quello che si aspettava per una donna incinta:

Sognavo di essere accompagnata durante la gravidanza, invece sono stata curata. Come se fossi malata. Ma io non sono malata, sono incinta. Mi sono accorta subito che sarebbe stato inutile discutere  dei miei problemi fisici con la mia ostetrica, il medico o il ginecologo. Da loro mi aspettavo discorsi rassicuranti, qualche trucco della nonna o rimedi naturali. Invece mi sono state offerte solo medicine.

3) La gravidanza non è così male come sembra

Delphine era preparata a fare i conti con il peggio, o quasi, della gravidanza, tra malesseri assortiti, chili di troppo acquistati e sofferenza fisica. Non è andata così:

Non dirò di aver vissuto l’anno migliore della mia vita: essere incinta è noioso. Ma sono sopravvissuta senza mettere su 20 chilogrammi, senza vomitare l’anima e nel complesso senza soffrire troppo.

Fonte: Les Jolis Slims

4) Il famoso “vedrai…”

La gravidanza è un fatto del tutto personale, che riguarda la futura mamma e il suo compagno, ma, scrive Delphine, molte persone sono coinvolte da subito e dispensano consigli e avvertimenti non sempre richiesti:

Il “vedrai” è espresso spesso in tono amaro (o persino aggressivo), se ti opponi con cortesia ad un ordine che arriva da una terza persona. Ciascuno vorrebbe che ti attenessi ai suoi valori, ai suoi desideri e alla sua esperienza. Ma ho una notizia: siamo tutti diversi. Non è perché non sei riuscito a farti piacere i pannolini lavabili che non piaceranno neanche a me. Non è perché il tuo bambino dopo solo un mese dormiva già tutta la notte che noi avremo la stessa fortuna solo applicando il tuo stesso metodo miracoloso. Quindi sì, è vero, vedremo. Ma se non vuoi ascoltare il nostro punto di vista la cosa migliore da fare è tenerti per te le domande invadenti.

5) Ho già iniziato a fare concessioni

Contro le previsioni della blogger, il ruolo di mamma è poi cominciato ben prima della nascita di sua figlia:

Mia figlia non è ancora nata, ho ancora difficoltà a credere di essere davvero incinta e che avremo un bambino e ho già delle premure materne. Pur non avendo avuto prima di ora particolare interesse per i bambini ho trascorso gli ultimi mesi a divorare libri di pedagogia, storie di madri e così via. Non è uno sforzo, voglio solo saperne il più possibile per darle ciò che mi sembra più appropriato.

Pochi giorni dopo aver scritto il lungo post sulla sua gravidanza è nata la sua bimba: con una settimana di anticipo, spiega la giovane mamma su Instagram, rispetto al previsto.