Dermatite atopica nei bambini: sintomi e rimedi

Dermatite atopica nei bambini: sintomi e rimedi

La dermatite atopica nei bambini è un fenomeno relativamente frequente. Si tratta di una malattia di tipo infiammatorio che interessa la pelle e che colpisce fino al 20% della popolazione in età pediatrica, ma che si risolve con la pubertà in un caso su due (fonte: Servizio Dipartimentale Dermatologia di Lucca – Azienda USL Toscana Nord Ovest).

Dermatite atopica nei bambini: come riconoscerla

Il sintomo principale della dermatite atopica nei bambini è rappresentato dal prurito, che può essere così intenso da disturbare o impedire il sonno e da determinare lesioni causate dallo sfregamento nel tentativo di trovare sollievo grattandosi. Oltre al prurito, si caratterizza per la presenza di chiazze cutanee di colore rossastro e aree particolarmente secche, ispessite e tendenti alla desquamazione. Nei bambini al si sopra dei due anni interessa in modo particolare le pieghe della pelle in corrispondenza delle giunture: gomiti, polsi, ginocchia, collo, caviglie, pieghe tra glutei e gambe. Può colpire anche palpebre e labbra, mentre nei neonati e nei bimbi più piccoli si concentra di solito su viso, cuoio capelluto e torace.

Gli accorgimenti per alleviare i sintomi

La dermatite atopica nei bambini può manifestarsi fin dal primo mese di vita e non è in alcun caso una malattia contagiosa. Il suo trattamento è sostanzialmente di tipo sintomatico e parte da una serie di accorgimenti da attuare nel quotidiano, a partire dalle abitudini legate all’igiene personale: bagnetti e docce, per esempio, dovrebbero essere di breve durata e fatti con acqua tiepida. Fondamentale, inoltre, evitare l’uso di saponi aggressivi e di spugne, limitandosi invece a massaggiare delicatamente con le mani. La fase di asciugatura è molto importante, ma va effettuata di preferenza con asciugamani morbidi, tamponando invece di sfregare la pelle. Tenere le unghie corte al bambini può evitare che, grattandosi, si provochi lesioni e graffi, mentre un taglio di capelli corto riduce la sudorazione, che è uno dei fattori in grado di peggiorare i sintomi della dermatite atopica nei bambini.

Abbigliamento e alimentazione

Per quanto riguarda la scelta degli indumenti, è preferibile optare per vestiti chiari, in cotone o altre fibre naturali, ai quali può essere utile tagliare le etichette prima di farle indossare al bambino. In commercio è possibile trovare indumenti intimi specifici, realizzati in seta o altre fibre anallergiche e ad alta tollerabilità cutanea. È molto importante che i capi di un bambino che soffre di dermatite atopica vengano sempre lavati con poco detersivo delicato e che non vengano utilizzati ammorbidenti o altri additivi, che possono causare reazioni allergiche. Al termine del lavaggio, è sempre bene risciacquare accuratamente i vestiti. Altri accorgimenti utili consistono nel mantenere l’ambiente domestico fresco e pulito, garantendo una buona ventilazione. Il pediatra potrebbe inoltre richiedere dei test sulle allergie alimentari, che in qualche caso sono presenti nei piccoli pazienti con dermatite atopica e possono peggiorare il quadro della patologia.

Dermatite atopica nei bambini: rimedi e cure

Cure vere e proprie per la dermatite atopica nei bambini non esistono, ma il dermatologo consiglierà creme o unguenti emollienti e lenitivi per aiutare il paziente a ridurre il fastidio soprattutto nei momenti di piccolo della sintomatologia. In qualche caso, lo specialista o il pediatra potrebbero valutare l’applicazione di pomate a base cortisonica, ma è sempre importante attenersi con scrupolo alle indicazioni mediche ed evitare rimedi fai da te. Anche l’aria salmastra e l’esposizione al sole, sempre con i dovuti accorgimenti e l’uso di un filtro solare specifico e ad altissimo fattore protettivo possono alleviare i sintomi della dermatite atopica nei bambini.