featured image

Per rimanere incinta: tutto quello che c’è da sapere

Le coppie che si sentono perse nella miriade di informazioni quando decidono di avere un bambino sono molte: che siate principianti o abbiate già letto qualcosa, ecco una piccola guida con tutto quello che c’è da sapere per rimanere incinta.

Prima di tutto, quanto più si sa sull’ ovulazione più si è in grado di capire come fare un buon uso del tempo da dedicare al sesso e ai cicli di farmaci per la fertilità. Inoltre, i problemi con l’ovulazione sono la causa di infertilità in circa il 30% delle donne. Potete capire di essere nel periodo dell’ovulazione dalla temperatura basale, dal muco cervicale e dai dolori al ventre, oppure acquistando un kit che darà esito positivo o negativo.

Cercate comunque di non limitare il sesso solo al momento dell’ovulazione, trasformandolo in una routine e trascurando la spontaneità e il sentimento, perché si rischierebbe di sottoporre a un grande stress il rapporto di coppia.

L’età, poi, è fondamentale. Non tutte le donne hanno difficoltà a rimanere incinta dopo i 35 anni, ma statisticamente le probabilità sono più basse: i picchi di fertilità nella maggior parte sono intorno ai 20 anni, e gradualmente cominciano a diminuire verso i trenta. A circa 35 anni, la fertilità inizia a scendere a un ritmo molto più rapido. Alcune ricerche hanno scoperto che se in un determinato mese le probabilità di rimanere incinta all’età di 30 anni sono circa il 20%, a 40 anni si riducono al 5%. Questi dati, però, non devono essere confusi con le probabilità complessive di restare incinta. Molti studi, per esempio, hanno difficoltà a determinare quanto l’inferiore tasso di concepimento sia dovuto a un abbassamento della fertilità e quanto al sesso meno frequente.

Molte coppie si domandano quali siano le posizioni nel fare l’amore migliori per chi cerca la gravidanza: in realtà può andar bene ogni posizione in cui l’eiaculazione avviene nella vagina. Detto questo, se la donna è distesa sulla schiena quando l’uomo eiacula, possono eventualmente aumentare le possibilità. D’altra parte, secondo una recente ricerca, più il sesso è piacevole più possono aumentare la produzione di spermatozoi e le contrazioni femminili che li spingono verso la cervice.

Sappiate che si può essere in grado di migliorare le probabilità di rimanere incinta apportando modifiche dello stile di vita. Ad esempio ridurre l’esercizio fisico in eccesso, lo stress o smettere di fumare potrebbe dare una spinta in più verso l’obiettivo.

Le due settimane tra l’ovulazione e il ciclo sono un momento di grande ansia per molte donne che cercano il concepimento: ci si inizia a chiedere se si potrebbe essere incinta, e a volte si vedono sintomi di gravidanza immaginari. Bisogna cercare di superare le due settimane di attesa con meno ansia possibile. Finito questo periodo si è pronte, finalmente, a fare il test di gravidanza.

Se rincorrete il sogno di avere un bambino, dunque, bastano queste poche e semplici accortezze, un po’ di tempo e di tranquillità: il resto lo farà l’amore.

condivisioni & piace a mamme