Camera del neonato: cosa occorre

Camera del neonato: cosa occorre

Se in famiglia si aspetta un bambino, senz’altro la camera del neonato è una delle priorità a cui pensare: al netto di decalcomanie e giocattoli, è importante capire cosa occorra veramente, quali oggetti e arredi facciano parte dell’essenziale di cui munirsi prima del parto.

L’anima della camera del neonato è sicuramente il posto in cui il bimbo dorme, e la culla è senz’altro un letto adatto ai primi mesi di vita del bebè, molto romantico e caratteristico. Il bambino, però, cresce in fretta, e a meno che il vostro budget non sia pressoché illimitato per poter soddisfare ogni esigenza della crescita, meglio optare per un lettino che può ospitare il bimbo fino ai primi anni, trasformandosi con e senza le sbarre.

Il lettino va posizionato vicino alla finestra o nei suoi pressi, affinché il bambino possa godere della luce del sole durante il giorno (che per ogni esigenza può venir schermata da una tenda più o meno spessa). Buona norma anche non posizionarlo troppo vicino a termosifoni o fonti di calore, e neppure tra la porta e la finestra, dove il bambino si troverebbe in mezzo alle correnti d’aria.

Potete, poi, pensare di corredare il lettino con una giostrina o un arco carillon, con animali che girano e si muovono a tempo di musica per stimolare il bambino o per fargli da ninna nanna, a seconda delle esigenze.

Mobile fondamentale nell’arredamento della camera del neonato è il fasciatoio: sul mercato ne esistono di numerose fogge e dimensioni, in ogni caso i più utili sono quelli muniti di piccoli scomparti o cassetti a portata di mano, per raggiungere in poco tempo l’occorrente per il cambio del bambino come salviette umidificate, creme, borotalco, pannolini e tutine.

Un piccolo armadio o un comò aggiuntivo, poi, saranno l’ideale per riporre il guardaroba del bambino: è sconsigliabile però acquistare più dello stretto indispensabile (piccole canottiere, body, tutine, qualche pigiama e i calzini), perché tra battesimo, baby shower e regali di parenti e amici tutto il resto arriverà forse in misura maggiore del necessario. Su questi mobili, poi, si può tenere la ricetrasmittente baby-control, quel walkie talkie che permette ai genitori di monitorare il bebè quando si trovano in un’altra stanza.

 

Infine, se lo spazio e il budget lo permettono, ma anche se se ne presenta l’esigenza, nella camera del neonato si può posizionare una poltrona o una sedia molto comoda che permetta alla mamma di allattare in tranquillità e sentendosi a proprio agio.