Scuola e Covid: a Milano nasce la consulenza psicologica per genitori

La pandemia da Covid-19 mette sempre più a disagio le famiglie e le scuole italiane: un sostegno psicologico e organizzativo è quello di cui molti genitori hanno bisogno, a Milano è nato per sostenere tutto questo.

La scuola ai tempi del Covid sta sempre di più diventando un problema non solo organizzativo ma anche psicologico poiché investe sia la sfera emotiva sia quella pratica di bambini e genitori.

Con l’emergenza sanitaria è nuovamente scattata in molte regioni d’Italia la zona arancione rafforzata e in alcune di esse, come la Lombardia, questa si è presentata con la decisione di chiudere scuole elementari, infanzia e nidi (nella provincia di Brescia e nei comuni di Viadanica, Predore San Martino, Sarnico, Villongo, Castelli Calepio, Credaro e Gandosso in provincia di Bergamo e Soncino in provincia di Cremona). A dare supporto a tale crisi un progetto nato per sostenere la genitorialità nonché gli operatori dei servizi educativi all’infanzia: NidoInsieme.it

Scuola e Covid: a Milano nasce il sostegno psicologico per i genitori

Il portale NidoInsieme nasce con l’obiettivo di sostenere dirigenti scolastici, insegnanti ed educatori rispetto alle principali problematiche psico-educative connesse al periodo di emergenza sanitaria. Dal 1° marzo, il progetto estende il suo aiuto anche alle famiglie che con la pandemia da Covid-19 si sono trovate ad affrontare problemi psicologici ed educativi con i propri figli.

Attraverso la promozione del benessere e la cura dei bambini nella fascia 0-3 anni, NidoInsieme fornisce le informazioni di cui possono avere bisogno i neo genitori dedicando loro un servizio di consulenza psicologica specializzato sulle problematiche causate dal Coronavirus.

Il servizio, ideato da ATS Città Metropolitana di Milano e Terre des Hommes, con il finanziamento di Regione Lombardia è attivo in oltre 2000 strutture site nel territorio milanese. Regione, questa, ritornata nuovamente sotto i riflettori per la recente decisione presa dal governatore Fontana nel chiudere scuole e centri per l’infanzia.

La pandemia può danneggiare l'intelligenza emotiva e sociale dei bambini

Covid e genitorialità: come richiedere una consulenza psicologica

La pandemia da Covid-19 ha modificato le vite della maggior parte delle persone e, in modo particolare, sono le famiglie quelle che hanno sentito maggiormente crescere ansie e preoccupazioni per il futuro. Spesso farcela da soli non è sufficiente e urge un aiuto concreto, anche solo per risollevare il morale o trovare i mezzi giusti per affrontare un momento di stress.

Uno dei servizi che NidoInsieme riserva a mamma e papà è proprio una consulenza psicologica ed educativa specializzata che li aiuti ad affrontare tutti i dubbi legati al rientro dei loro figli al nido e nelle scuole dell’infanzia durante questi difficili mesi.

La consulenza riservata ai genitori viene effettuata in videoconferenza da uno staff di psicologi ed educatori appositamente formato da ATS e Terre des Hommes al fine di ritrovare quel benessere di un tempo che oggi, la pandemia, sembra aver momentaneamente cancellato.

NidoInsieme: una risorsa per i genitori in tempo di Covid

Non ci si abitua mai al disagio e anche se, ormai, è trascorso un anno dall’inizio della pandemia, le famiglie italiane, gli operatori educativi ed i bambini sono costantemente “allarmati” dalla sensazione che il ritorno alla normalità non sia così facile.

Se la prima fase di lockdown è stata percepita con crescente timore e assoluto disagio sia  dal punto di vista logistico, per le famiglie sia ovviamente da quello psicologico, per genitori e bambini, anche la fase di ripresa di nidi e scuole dell’infanzia ha generato difficoltà e preoccupazioni e in questo caso da parte di tutti i soggetti coinvolti, non solo i nuclei familiari ma anche educatori, operatori ed enti territoriali.

A tal riguardo, il Dott. Aurelio Mosca – Direttore del Dipartimento PIPSS di ATS Milano – ha dichiarato:

L’emergenza sanitaria connessa all’infezione da Covid-19 ha influenzato in modo significativo le nostre vite, con ricadute importanti su diversi piani: personale, relazionale, lavorativo, economico, sociale.

Siamo consapevoli che la pandemia ha messo duramente alla prova le famiglie e in particolare i genitori, che hanno dovuto affrontare e gestire paure, preoccupazioni e fatiche legate non solo alla propria salute, ma al benessere dell’intera famiglia, con il timore ricorrente di sentirsi soli nel gestire comportamenti o reazioni emotive dei propri figli, le comunicazioni con la scuole e gli educatori, i dubbi e questioni personali.

Il servizio NidoInsieme vuole essere una risorsa per i genitori, per rispondere alle domande più ricorrenti per la fascia d’età 0-5 anni. Il portale web costituisce uno strumento concreto per aiutare  genitori ed educatori ad affrontare e vivere la relazione educativa sin dai primissimi anni come ricerca delle modalità che possono orientare l’evoluzione e la crescita dei bambini in senso positivo e per il loro benessere psicofisico.

Scuola e Covid: il primo intervento a beneficio del personale scolastico, la storia di Bollate

Un primo intervento di consulenza psicologica ed educativa è stato accolto bene da una scuola per l’infanzia nel milanese – Scuola Munari – il quale dirigente scolastico ha contattato il servizio a fronte delle innumerevoli difficoltà nella gestione del lavoro quotidiano in un periodo in cui la situazione territoriale era particolarmente critica.

In merito all’intervento, il Dott. Salvatore Biondo – Dirigente scolastico della struttura – ha detto:

In questo delicato momento è fondamentale poter disporre in ambito scolastico di una presenza qualificata che possa sostenere tutti, docenti, collaboratori scolastici e famiglie nelle sofferenze e nelle lacerazioni prodotte dall’esperienza diretta e “violenta” della pandemia, in particolare quando si conclama in un nuovo focolaio. La paura vissuta in questi giorni ha svelato e acutizzato fragilità già presenti nella scuola, in particolare proprio nel suo essere comunità scolastica.

I legami di fiducia sono stati messi a dura prova dall’isolamento e dalla paura del contagio con un portato di emozioni e sentimenti contrapposti che devono poter essere rielaborati. Il percorso avviato con ATS Milano e la Fondazione Terre des Hommes, muovendo proprio dall’elaborazione delle emozioni e dei vissuti personali, rappresenta un’importante risorsa per affrontare al meglio ciò che stiamo vivendo, sia sostenendo famiglie, docenti e personale ausiliario sia, in una prospettiva più ampia, favorendo la ricucitura del tessuto della comunità scolastica.

A rafforzare il servizio verso la scuola e le famiglie è scesa in campo anche la partnership  con l’Università di Milano Bicocca con il compito di monitorare il servizio, attraverso l’analisi dell’impatto che il Covid esercita su questa parte della popolazione scolastica. Federica Giannotta – responsabile Advocacy e Progetti Italia Terre des Hommes – ha sottolineato:

Questa ulteriore apertura del servizio alle famiglie per noi è cruciale perché ci permette di avviare un confronto diretto e aperto con i genitori, intercettando le tante e variegate fragilità causate dal Covid, alle quali i nostri esperti possono rispondere tempestivamente con interventi di contenimento, supporto e orientamento psico-educativo che, combinati tra loro, aiutano mamme e papà a gestire con equilibrio e serenità le incertezze del momento.

Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Categorie

  • Salute e Benessere