Quando nasce il senso dell'umorismo nei bambini? La risposta della scienza

Uno studio sviluppato dall'Università di Bristol ha indagato sulle tempistiche della nascita del senso dell'umorismo nei bambini, rispondendo alla domanda: quando si sviluppa l'umorismo nei neonati?

É possibile capire quando nasce il senso dell’umorismo nei bambini? Questa è stata la domanda sul quale un team di ricercatori dell’Università di Bristol ha sviluppato uno studio su 700 bambini provenienti da tutto il mondo.

Nella ricerca, per la prima volta, è stata mappata la capacità nei bambini dalla nascita fino ai 4 anni di vita, di ridere e fare battute. Scopriamo i risultati ottenuti dagli studiosi.

Quando nasce il senso dell’umorismo nei bambini? Lo studio

Lo studio, pubblicato sulla rivista scientifica Behavior Research Methodsha visto un gruppo di ricercatori della School of Education di Bristol determinare in un campione di 671 bambini di età 0-4 anni provenienti da Regno Unito, Stati Uniti, Australia e Canada, quali tipi di umorismo sono presenti nelle prime fasi dello sviluppo e le età in cui emergono i diversi tipi di umorismo.

Gli studiosi hanno sviluppato l’EHS, ovvero l’Early Humor Survey una sorta di questionario composto da 20 domande e hanno chiesto ai genitori dei bambini coinvolti nella ricerca di completare il sondaggio sullo sviluppo dell’umorismo dei loro figli.

I risultati mostrano che già a 1 mese di vita alcuni neonati apprezzavano l’umorismo. Inoltre:

  • il 50% dei bambini apprezzava l’umorismo entro 2 mesi;
  • il 50% dei bambini produceva umorismo entro 11 mesi.

In più i ricercatori hanno scoperto che una volta che i bambini producevano umorismo, questo sarebbe stato riprodotto spesso.

Sviluppo affettivo del bambino, le tappe del percorso di crescita

I 21 tipi di umorismo dei bambini

Della totalità dei bambini intervistati, gli studiosi hanno identificato ben 21 diversi tipi di umorismo con una distinzione in base all’età dei bambini stessi.

  • 0- 1 anno: le forme di umorismo più apprezzato dai neonati erano quelle fisiche, visive e uditive. Ciò includeva giochi nascondino, solletico, facce buffe, umorismo corporeo, voci e rumori divertenti. Per questi bimbi, il tipo di umorismo apprezzato implicava ottenere una reazione dagli altri;
  • 2 anni: per questa fascia d’età l’umorismo apprezzato si basava sullo sviluppo del linguaggio, tra cui l’etichettatura errata, il gioco con i concetti e le parole senza senso. È stato anche dimostrato che i bambini di 2 anni apprezzavano il prendere in giro gli altri e l’umorismo aggressivo come per esempio spingere qualcuno;
  • 3 anni: per questi bimbi l’umorismo si basava sul giocare con le regole sociali (ad esempio, dicendo parole poco carine per essere divertenti) mostrando anche l’inizio della comprensione di trucchi e giochi di parole.

Dai risultati ottenuti, la Dott.ssa Elena Hoicka, Prof.ssa associata alla Bristol’s School of Education e autrice senior dello studio, ha affermato:

Lo studio ha evidenziato che l’umorismo è un processo complesso che si sviluppa nei primi quattro anni di vita. Data la sua universalità e importanza in così tanti aspetti della vita dei bambini e degli adulti, è importante sviluppare strumenti per determinare come si sviluppa prima l’umorismo in modo da poter comprendere ulteriormente non solo l’emergere dell’umorismo stesso, ma come l’umorismo può aiutare i bambini a funzionare cognitivamente, socialmente e in termini di Salute.

D’altronde imparare a ridere sin dalla più tenera età è importante per sviluppare un senso dell’umorismo sano e che può aiutare il bebè nelle varie fasi dello sviluppo della propria vita.

Seguici anche su Google News!
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Categorie

  • Bambino (1-6 anni)