Il peso prima della gravidanza incide sullo sviluppo delle allergie del neonato

Uno studio, condotto da un team dell'Università di Ottawa, ha suggerito che il peso della madre prima della gravidanza influisce sullo sviluppo delle allergie del neonato nella prima infanzia.

Uno studio condotto da un team di scienziati dell’Università di Ottawa, Ontario, ha evidenziato che il peso della madre prima della gravidanza e durante la gravidanza possono influenzare lo sviluppo immunologico fetale e, dunque, incidere sullo sviluppo delle malattie allergiche del neonato.

Allergie neonati, cosa sapere per prevenirle e riconoscerle

Il peso della madre pre gravidanza può influenzare lo sviluppo delle malattie allergiche del neonato, lo studio

Può il peso della madre prima della gravidanza incidere su un possibile sviluppo di malattie allergiche nel bambino? Dai risultati ottenuti da uno studio sviluppato dall’Università di Ottawa e pubblicato recentemente su Pediatric and Perinatal Epidemiology, questo è altamente possibile.

Il team di ricercatori scientifici ha seguito per 7 anni un gruppo di 248.017 bambini suggerendo che il peso corporeo della mamma prima della gravidanza può influire sul rischio del neonato di sviluppare malattie allergiche nella prima infanzia a differenza dell’aumento di peso durante la gravidanza che sembra non per avere lo stesso effetto.

Lo studio, il più grande mai sviluppato nel suo genere, seguito dal Dott. Sebastian Srugo, ha evidenziato i seguenti punti focali:

  • nessun legame trovato tra l’aumento di peso della madre durante la gravidanza e la malattia allergica infantile;
  • i neonati nati da madri obese in gravidanza presentavano maggiori probabilità di sviluppare nel bambino l’asma pari all’8% in più, ma con meno possibilità di sviluppare dermatiti;
  • quasi la metà dei bambini è nata da madri in sovrappeso o obese e 1/3 da madri che hanno preso chili in più nel corso della gestazione;
  • i bimbi nati da madri già in sovrappeso o obese già prima della gravidanza sviluppano malattie allergiche nei primi anni di vita.
Aumento di peso in gravidanza: qual è quello giusto?

I risultati dello studio sulle madri in sovrappeso prima della gravidanza

Come spiegato dagli studiosi:

A livello globale, le tendenze nelle malattie allergiche hanno raggiunto proporzioni epidemiche, diventando il gruppo di malattie croniche più comune e a esordio precoce.

In modo più approfondito i dati rilevati parlano chiaro, suggerendo che, dalla totalità del campione preso in esame, quasi 250mila bambini:

  • il 52% è nato da madri con un indice corporeo pre-gravidanza normale;
  • il 19% è nato da madri con un adeguato aumento di peso durante la gravidanza.

Mentre, i tassi di incidenza registrati per anafilassi, asma, dermatite e rinite erano rispettivamente:

  • 0,22;
  • 6,80;
  • 12,41;
  • 1,54.

Rispetto al normale indice di massa corporea, l’obesità materna era associata a un aumento dei rischi di asma nella prole maggiori rispetto ai rischi di anafilassi e dermatiti.

Al contrario, il sottopeso materno era associato a maggiori rischi di dermatite. Mentre, per ciò che riguarda l’associazione tra indice di massa corporea delle madri prima della gravidanza e rinite, non è stato trovato alcuno sviluppo associativo.

Seguici anche su Google News!
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Categorie

  • Gravidanza