Il dolce dormire non è solo un detto popolare, secondo uno studio scientifico, infatti, i neonati che dormono anche un’ora in più riducono del 26% le probabilità di soffrire di sovrappeso nei primi 6 mesi di vita.

Lo studio, pubblicato su Sleep, dimostra anche che una scarsa qualità del sonno e un riposo disturbato favoriscono l’aumento di peso nella prima infanzia del bambino.

Quando il bambino non dorme. Parliamo di regressione del sonno e delle sue 5 fasi

Dormire di più riduce del 26% il rischio di sovrappeso nei neonati, lo studio

La mancanza di sonno o il dormire in modo scorretto porta a un aumento dell’obesità. Tuttavia, pochi studi sono stati fatti finora per capire realmente fino a che punto il sonno può influire sull’aumento di peso o la perdita.

Lo studio sviluppato da un team di ricercatori del Brigham and Women’s Hospital e del Massachusetts General Hospital ha analizzato l’associazione tra sonno e crescita fisica nei neonati,esaminando l’associazione dei cambiamenti nei modelli sonno/veglia con i cambiamenti nella crescita in un gruppo di bambini nei primi 6 mesi di vita.

Gli studiosi hanno monitorato il sonno di 298 neonati nati  tra il 2016 e il 2018 con un actigrafo posizionato intorno alla caviglia. Il test di monitoraggio è stato ripetuto per l’intera permanenza in ospedale dei neonati seguendo i bimbi anche nei primi giorni successivi alle dimissioni.

I dati sono stati, successivamente, messi a confronto con quelli rilevati dai genitori a casa sull’andamento delle ore di sonno e di veglia dei bambini. I genitori avevano registrato il comportamento del sonno dei loro figli in due momenti differenti, dopo un mese e dopo sei mesi dalla nascita.

Il team di lavoro scientifico ha seguito lo sviluppo dei bambini misurando periodicamente il peso e l’altezza, i due parametri base che servono per calcolare l’indice di massa corporea (BMI), usando il sistema dei percentili per classificare i bambini in base al peso.

Se superavano il 95esimo percentile nelle tabelle di crescita dell’OMS, venivano considerati sovrappeso. Dai risultati è emerso che ai neonati basta dormire un po’ di più per prendere peso.

Secondo i risultati degli autori, 1 ora di sonno in più nei primi 6 mesi di vita è associata una riduzione del 26% del rischio di sovrappeso.

Il 30% dei bambini fino a tre anni soffre di disturbi del sonno

I continui risvegli notturni aumentano la possibilità di sviluppare obesità nei bimbi

Dai risultati ottenuti è emersa una verità scottante. Se è vero che dormire di più riduce il rischio di sviluppare chili in eccesso nei primi mesi di vita del neonato, è anche vero il contrario: ovvero una qualità del sonno disturbata, i continui risvegli notturni e, in generale, dormire poco e male, ha nel bambino maggiore possibilità di aumento di peso nella prima infanzia e di sviluppare obesità.

La Dott.ssa Susan Redline, specialista dei disturbi del sonno presso il Brigham and Women’s Hospital, ha concluso dicendo:

Nello studio abbiamo scoperto che non solo un sonno notturno più breve ma anche un maggior numero di risvegli durante il sonno è associato a una maggiore probabilità che i bambini diventino sovrappeso nei primi sei mesi di vita.

Dunque questa ricerca evidenzia l’importanza di un sonno sano ed equilibrato a tutte le età, soprattutto nei bambini. Se i genitori hanno problemi con il sonno del loro bimbo, dovrebbero rivolgersi al pediatra nonché intervenire a casa con una sana e corretta routine della buonanotte per agevolare il riposo notturno.

Seguici anche su Google News!
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Categorie

  • Neonato (0-1 anno)