Utero retroverso, piccole perdite, fitte basso ventre - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno, ho 29 anni, ho preso la pillola HARMONET per c.a. 5 anni e ho smesso a maggio di quest’anno, da allora cerco una gravidanza, da c.a. 3 mesi in maniera più attenta e mirata.
Ho sempre avuto un ciclo regolare, 29-30gg, anche prima di prendere la pillola ma da quando ho smesso noto alcune differenze rispetto a prima di prendere il contraccettivo: il flusso mestruale arriva sempre dopo piccole perdite marrone scuro e non dura più di 2-3 gg. Prima non avevo perdite e il flusso era più abbondante e non mi durava meno di 4-5 gg. Osservo le secrezioni del muco cervicale ma non ne ho mai tantissimo e non riesco a capire se ovulo o no, da questo mese ho iniziato a utilizzare gli stick persona, proprio per capire meglio il mio corpo, fino al 17 g muco quasi inesistente e linea sx (FSH) sempre più marcata della dx, poi da ieri (18) muco leggermente aumentato e linee sx e dx uguali, oggi, 19, muco aumentato e linea dx più marcata rispetto alla sx… ma è possibile che debba ancora ovulare con un ciclo medio e reg di 30gg? Infine intorno a questo periodo del ciclo ho sempre fitte al basso ventre, a volte anche molto forti, cosa può essere? Ah dimenticavo, ho l’utero retroverso, ho sentito dire che rende più difficoltoso il concepimento, è vero? Posso fare qualcosa per agevolarlo (posizioni varie)? Cosa mi consiglia? Dovrei fare esami, dosaggi ormonali, etc.? Grazie infinite per la pazienza e l’aiuto.

Gentile signora Monica,
per prima cosa le comunico che l’utero retroverso non compromette la sua potenzialità riproduttiva e non richiede, a scopo procreativo, l’adozione di particolari posizioni durante il coito. Ripeto, come ho già detto in diverse circostanze, che la valutazione delle secrezioni vaginali può essere problematica in alcune situazioni così come l’interpretazione dei risultati colorimetrici degli stick consigliati per individuare il periodo fertile, per il possibile errore di taratura del sistema computerizzato sui cicli del soggetto in esame. Ritengo molto più semplice ed affidabile l’esecuzione di dosaggi ormonali mirati (da confrontare poi con la sintomatologia e l’obiettività clinica) insieme con eventuali rilievi ecografici seriati, anche allo scopo di valutare possibili difficoltà ovulatorie. Cordiali saluti ed auguri.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo