Anonimo

chiede:

Sono alla nona settimana di gravidanza e mi sento triste e irritabile. Mi sento trasformata sia psicologicamente che fisicamente, come se non fossi più io. Mi innervosisco per qualsiasi cosa e con chiunque, anche per delle banalità e mi infastidisce tutta la gioia che provano tutte le persone che mi circondano (marito, mamma, fratelli…). Ho 32 anni, sposata da 2 anni. Io e mio marito avevamo cominciato a parlare di figli, più lui di me, ma arrivato così velocemente e all’improvviso che la mia reazione non è stata del tutto positiva. Passerà questo stato di malessere? Sentirmi così non è piacevole, e mi fa sentire in colpa nei confronti del bambino e delle persone che mi vogliono bene.

Salve, è importante non sottovalutare il malessere che riporta e potrebbe considerare la possibilità di rivolgersi ad un professionista che l’accompagni in questa fase della sua vita, valutando un eventuale coinvolgimento di suo marito: non per sentirsi in colpa, ma al contrario, perché si occupa di sè stessa e di conseguenza anche del suo bambino. I migliori auguri.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Psicologo