Test di Coombs negativo: c'è da preoccuparsi? - GravidanzaOnLine

“Il mio Test di Coombs è negativo: devo preoccuparmi?”

Anonimo

chiede:

Salve, io sono mamma da due anni. Il mio gruppo sanguigno è zero con fattore Rh negativo e quello del mio piccolo è zero positivo. A distanza di 72 ore dal parto mi hanno somministrato l’immunoprofilassi e, da quel momento, per più di un anno e mezzo, il mio Coombs è stato sempre positivo. Da pochi mesi il Coombs invece è tornato negativo ed il mio pensiero è quello di avere un altro figlio ma ho paura di tutte le cose che leggo. Posso sapere che rischi corro con il Coombs negativo?  Sono molto preoccupata.

Dott. Sandro Zucca

Dott. Sandro Zucca

risponde:

Buongiorno signora, il test di Coombs indiretto negativo è esattamente la condizione normale, ed attesta che lei non ha sviluppato nella gravidanza precedente anticorpi ant Rh+. Questo è proprio ciò che è desiderabile e che si ottiene con l’iniezione che le è stata praticata dopo il parto. Auguri allora per la prossima gestazione.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo

Categorie