Anonimo

chiede:

Salve gentile dottore, vorrei sottoporre la mia esperienza alla vostra cortese attenzione. Ho avuto un aborto interno alla 7+5 con successiva isterosuzione il 1 maggio scorso. Ho fatto 2 cicli di methergin perché dopo il primo ciclo avevo ancora molti residui abortivi che con il secondi ciclo di methergin sono diminuiti. Scanso il secondo raschiamento. Il 28 maggio è arrivato il ciclo in maniera sproporzionatamente abbondante con perdita di grossissimi coaguli. Fino a ieri 21 giugno ancora perdite ematiche lievi. La settimana scorsa il ginecologo mi ha fatto eco transvaginale e ha riscontrato ancora materiale in utero e mi ha detto di aspettare il prossimo ciclo e se non dovesse venir fuori mi fa altro raschiamento. Le mie domande sono queste: – è comunque possibile rimanere nuovamente incinta pur avendo ancora residui? – io e mio marito non usiamo precauzioni e di conseguenza io ho paura ad avere di nuovo rapporti per non rischiare ulteriore gravidanza. – si potrebbe prendere qualche farmaco per buttare fuori questi coaguli senza dover ricorrere ad ulteriore raschiamento? – Quando dovrei attendermi il prossimo ciclo? Lo aspetto con ansia così metto fine a questa BRUTTA STORIA! Grazie della disponibilità

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Signora, esegua la beta hCG plasmatica che dovrebbe essere zero. Se fosse positiva potrebbe trattarsi di residui ovulari veri e propri e non coaguli…
In tale evenienza, essendo trascorso del tempo, potrebbe essere realmente necessario una revisione della cavità uterina.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo