Anonimo

chiede:

Buonasera, mi chiamo Alessandra e vorrei presentare la mia storia: ho 35 anni e sono sposata da 3 anni, provengo da un paese del’est Europa. Purtroppo quando avevo 17 anni ho perso la mamma e un anno prima il padre che si è suicidato. Sono rimasta sola, ma prima ho subito da parte di padre abusi sessuali per circa 11 anni. Non ho detto questo a nessuno. Ho fatto la scuola, poi ho lavorato. Adesso sono sposata, ma purtroppo a dicembre dell’anno scorso ho perso la mia bambina al 5 mese e ho dovuto fare parto abortivo, ancora piango ma penso al futuro. Purtroppo, a parte il marito, non ho nessuno con cui posso parlare e spesso mi chiudo come un riccio. Con marito tutto va bene ma c’è un problema che anche se faccio l’amore non ho orgasmo (purtroppo soltanto che penso al cose subite orasmo avvenga) la mia domanda è: è una cosa normale o c’è qualcosa in me che non va? E vorrei chiedere se questo che ho subito poteva provocare che inconsciamente il mio corpo ha rifiutato la gravidanza e se si, c’è modo per cambiare questo? Con ansia aspetto la risposta! Cordiali saluti

Cara Alessandra, non ha “qualcosa che non va” ma una storia difficile alle spalle e come riconosce “problemi con sesso dopo un trauma”. Dice: “non ho detto questo a nessuno”; iniziare ad averlo condiviso qui è un passo importante. Meriterebbe uno spazio da dedicarsi con un professionista che la supporti nella rielaborazione di ciò che ha vissuto (lutti, abusi, aborto) con l’obiettivo di stare meglio con sè stessa: ci pensi, il suo benessere è importante.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Psicologo