Pressione bassa in gravidanza: quali cibi mangiare - GravidanzaOnLine

“Sono incinta e ho la pressione bassa: posso alzarla con l’alimentazione?”

Anonimo

chiede:

Salve dottoressa, sono alla settimana 6 di gravidanza e purtroppo da quando sono incinta mi sento sempre piuttosto fiacca. Mi sono fatta misurare la pressione, che è più bassa del normale e quindi penso che il problema sia proprio quello. Posso “curare” la cosa con l’alimentazione? C’è qualche accorgimento o qualche cibo in particolare che posso mangiare? La ringrazio.

Gentilissima signora, di quanto la sua pressione arteriosa è più bassa rispetto al normale? Si parla infatti di ipotensione quando i valori sono uguali o inferiori a 90 mmHg per la “massima” e uguali o inferiori a 60 mmHg per la “minima”. È sicura che il motivo della sua spossatezza sia la pressione? Premesso che alcune volte durante la gravidanza è normale sentirsi un po’ fiacche, per via dei numerosi cambiamenti fisiologici, ormonali e metabolici che il corpo della gestante subisce, in altre la ragione della spossatezza potrebbe essere dovuta alla carenza di alcuni micronutrienti. Per ciò che riguarda la pressione, prima di tutto le consiglio di bere molto: poiché la pressione sanguigna altro non è che la forza con cui il sangue esercita la pressione sulle pareti delle arterie, e quindi, essendo il nostro sangue fatto per il 90% di acqua, se la sua quantità nel nostro corpo scende, si realizza un abbassamento della pressione arteriosa. Esistono diversi alimenti con attività ipertensiva: i primi in assoluto da ricordare sono il sale da cucina e la liquirizia. Salare gli alimenti potrebbe essere un metodo, molto semplice, per sostenere la sua pressione sanguigna. Tuttavia come ci ricordano l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) e i LARN è bene non abusare con l’uso di sale e di limitare il suo consumo ad un massimo di 5 g/die. Per le liquirizia ci sono invece pareri discordanti in merito alla sicurezza durante la gravidanza. Secondo uno studio pubblicato di recente, il principio attivo della liquirizia, la glicerizzina, potrebbe determinare nel nascituro deficit del quozienti intellettivo. Nonostante questo studio, ad oggi non ci sono prove concrete sulla tossicità della liquirizia in gravidanza, tuttavia si sconsiglia di assumere la radice pura o integratori a base di liquirizia. Dunque concludendo analizzerei con il suo medico il da farsi, ma il mio consiglio è quello di curare il suo stato di idratazione e di seguire un’alimentazione sana e variata. Cordiali Saluti

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 4 voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Nutrizionista

Categorie