Nonni, nipoti e coronavirus: come gestire la situazione - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Salve, sono una nonna e scrivo perché la mia nipotina è turbata dal fatto che non possiamo vederci in questo periodo di quarantena. Prima che cominciasse tutto questo, ci vedevamo tutti i giorni mentre mamma (mia figlia) e papà erano al lavoro, e ora è davvero molto tempo che non ci vediamo. Mia figlia ora mi dice che chiede insistentemente di me, che piange e sentirci al telefono o su whatsapp non è la stessa cosa e io non riesco a consolarla da lontano. A pensare che è così turbata mi si stringe il cuore e non vorrei che pensasse che sia io a non volerla vedere. Come posso fare? La ringrazio per la risposta.

Buongiorno cara signora, non conosco l’età della sua nipotina, ma potrebbe essere buona cosa se i genitori per primi le spiegassero la situazione con parole semplici, a seconda del suo livello di comprensione. Non è colpa di nessuno se non potete vedervi come prima: passata la tempesta vi potrete rincontrare e abbracciare. Se la sua nipotina soffre è perché ci tiene veramente alla sua nonna. Immagino che alla base ci sia un affetto profondo. Al momento, non si può far molto: si deve restare a casa ed è bene mantenere i rapporti con il telefono o con le videochiamate. Alla sua nipotina può comunicare che le manca tanto, che non vede l’ora di vederla e giocare con lei, le può chiedere che cosa le piacerebbe fare quando vi potrete vedere, le può inoltre dire che le fa piacere che vi sentiate al telefono per potervi raccontare a vicenda come trascorrete il tempo a casa, cercando di dare valore anche agli aspetti positivi di questa situazione. Spero di aver risposto alla sua domanda, cari saluti.

Come spiegare il coronavirus ai bambini? I consigli della psicologa

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Psicologo

Categorie

  • Bambino (1-3 anni)