Non sopporto più mio figlio! - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buonasera, ho due bambini, il primo di quasi 4 anni e il secondo di 21 mesi. Da quando è nato il mio secondogenito ho subito sentito un legame fortissimo con lui e con il tempo questo legame si è via via rafforzato, anche per il fatto che contemporaneamente, il primogenito manifestava la sua gelosia con capricci e regressioni come so essere nella norma. Adesso il grande è bravissimo con il fratello, lo aiuta, lo fa giocare, lo fa ridere,… e anche in molte situazioni si comporta proprio da bimbo grande: quando gioca, quando andiamo a fare spese, quando andiamo in bicicletta o per strada a piedi… ma quando gli viene richiesto qualcosa, qualsiasi cosa, dal sistemare i giochi, al provare a fare la pipì o prendere le medicine se è malato… diventa testardo, bastian contrario, insistente… urla, pretende, risponde male… Io ormai riesco ad essere veramente poco paziente con lui, non sopporto questo suo modo di voler sapere sempre come si fanno le cose e quali cose vanno bene per lui e in quali tempi e di voler prevalere sulle richieste di noi genitori. Lo sgrido continuamente e l’unica cosa che riesco a pensare è che non provo più per lui lo stesso amore che provavo quando era piccolo… è un figlio che non vorrei avere e che non sopporto!

Cara mamma,
i bambini sono molto sensibili agli stati d’animo dei genitori e probabilmente suo figlio percepisce il suo nervosismo e il suo “rifiuto” nei suoi confronti, e come tutti i bambini mostra il suo disagio con i capricci o con comportamenti poco adeguati. Capisco la sua stanchezza e la fatica di relazionarsi con un figlio che crea “problemi”, e il suo bisogno di allontanarsene, però il mio consiglio è di fare proprio l’opposto. È normale avere delle preferenze “a pelle” con i figli, ma queste non dovrebbero minare il rapporto che si ha con gli altri figli.
Trovi il tempo per stare sola con lui, per fare delle cose insieme dove la sua attenzione e le sue premure possano essere esclusive per suo figlio più grande, magari condividendo qualcosa che a lui piace fare, cerchi di ristabilire con lui un feeling e un accordo, trasmettendogli il suo amore. Vedrà che suo figlio ha solo bisogno di essere rassicurato, di sentirsi amato e voluto. È vero che si comporta come un bimbo grande, ma è anche vero che non ha ancora 4 anni e ha ancora moltissimo bisogno (oltre che diritto) di sentirsi bambino, anche se è il fratello più grande. Lo ascolti, vedrà che dietro alle urla o alle pretese troverà un bambino spaventato e preoccupato che ha solo bisogno di sentirla (e sentirvi) presenti, solidi e amorevoli.

Cordiali saluti

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Psicologo