Mio marito mi trascura… - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno, scrivo per la 2 volta, anche se non ho ricevuto
risposta della prima e-mail spero stavolta di si, ho molta fiducia in voi, il vostro sito é utilissimo e pieno di persone competenti. Sono alla 8
sett della 2 gravidanza (la prima un anno fa blind egg con conseguente
raschiamento), per il momento va bene e spero di continuare cosi! Premetto sono sposata da 7 anni con uno straniero vivo all’estero e sono sola non
ho amiche o altre persone vicino a me solo il marito, abbiamo avuto 7 anni
con più bassi che alti, una depressione la cui causa a dire il vero in
maggior parte causata involontariamente da mio marito, in pratica non mi
capisce e non fa nessun sforzo per capirmi, poi io ingoio tutto e tendo ad
alzare ogni volta la testa e cambiar pagina, va bene per un po’ poi per si
ricade nella crisi che nascono sempre per delle cose abb banali o comunque
mai troppo gravi…. la prima crisi settimane fa alla notizia che ero
incinta, eravamo un po’ litigati per una cosa banale ma pensavo che alla
bella notizia soprattutto visto l’episodio precedente) potesse essere
bella anche per lui invece si é dimostrato freddo perché secondo lui la
sua rabbia per quella lite non l’aveva digerita e era + importante di
quella notizia…. poi dopo vari giorni di silenzio e pianti si é
riavvicinato e era il marito di sempre (nei tempi buoni), ultimamente di
nuovo crisi solo perché gli ho detto di essere + presente se non
fisicamente (il lavoro che ha é di responsabilità) almeno con il
cellulare, ma sembra che io domandi troppo, perché non capisce che sono
sola al mondo, non ho nessuno tranne lui! Non parlo mai con nessuno lo vedo
di rado perché lui non capisce che in questo momento della mia vita io ho
bisogno di più attenzione almeno una chiamata in più! Niente! Da quel
giorno in pratica viviamo in casa come due fantasmi ognuno nella sua camera
senza parlarci né vederci, lui non si interessa minimamente a me e del
bambino! Che devo fare? Gli ho scritto una email spiegandogli con dolcezza
le mie necessità la mia richiesta ma niente nessuna risposta e cosi mi sono
isolata per non starci male e cerco di portare avanti con calma questa
gravidanza anche se sono triste, avevo immaginato questi momenti molto
diversamente! Ora penso che faro tutto da sola! Vado dal gine da sola e non
lo informerò di niente (tanto lui nemmeno chiede!), ma poi quando
nascerà? Lui farà finta che questo periodo di sua ”assenza” non sia
esistito e farà il papà? Come mi devo comportare? Devo supplicare mio
marito di essere più presente più attento verso la meglio incinta che lui
dice ama molto? Lo trovo cosi egoista! Lui nel lavoro dà tutto ma per me
niente! Io per lui ho rinunciato a cose cosi importanti! E ora non merito
nemmeno un po’ di attenzione e comprensione! Si dice che alle donne
incinte si perdona tutto e le si danno più attenzioni del normale ma io
zero nemmeno il minimo sindacale! Io voglio bene a questo bimbo farò del
mio meglio per crescerlo, ma non voglio mio marito, troppo comodo io
faccio la gravidanza in completa solitudine poi che il bimbo nasce se lo
spupazza come niente fosse? Non posso lasciarlo, non ho dove andare, sono
sola al mondo, quindi mi sa che farò il bambino, vivrò con lui ma con mio
marito sarò presente fisicamente ma niente più affetto per lui, io
costruirò il mio bel rapporto col bimbo ma non col padre, e le occasioni
di stare insieme tutte e tre beh in quel caso farò la mamma silenziosa e
giudiziosa nell’interesse del bimbo ma sarò la vera persona solo quando mi
troverò sola col bambino, datemi un aiuto non so che fare, da parte mia al
bimbo darò tutto l’amore e farò in modo che non senta niente di questa
freddezza tra me e il padre. Aspetto una risposta per un aiuto, grazie

Dalle parole che scrive emerge prepotente l’immensa solitudine che sta
provando e prova da oramai diverso tempo; è indubbio che il fatto di vivere
lontani e non avere amicizie intensifica ancora di più il dolore. Inoltre mi
ha parlato della gravidanza e del raschiamento vissuti non meno di un anno
fa: tutto questo la porta ad avere un maggior bisogno di vicinanza con l’unica
persona che le è vicina, appunto suo marito. Adesso è di nuovo incinta,
sente suo marito lontano, si sente più sola; fortunatamente sola non è,
credo che lei e suo marito supererete questo momento così come ne avrete
superati altri; questa gravidanza le darà modo nel tempo di poter conoscere
altre mamme ed allacciare rapporti di amicizia. Avere amicizie è molto
importante, si dedichi a cose che le piacciono, che la rendono felice e
cerchi di frequentare più persone, non pensi adesso a quello che farà in
futuro così lontano, cerchi di trovare la strada migliore per poter
raggiungere suo marito e fargli capire ciò di cui lei ha bisogno, chissà che
poi non scopra che anche quello di suo marito è un atteggiamento di timore?
Auguri.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Psicologo