Anonimo

chiede:

Gentilissima dott.ssa, sono una mamma di un ragazzo di 18 anni che ultimamente mi preoccupa molto per la sua irascibilità che si manifesta in qualsiasi occasione. È un ragazzo molto sensibile e penso che ultimamente sia stato provato da vari avvenimenti spiacevoli: in estate la ragazza con cui aveva una splendida storia da tre anni lo ha lasciato per un altro ragazzo, lui avrebbe mille altre occasioni essendo molto “corteggiato” da altre ragazze, ma non riesce a superare questo momento di solitudine; un altro avvenimento grave è stato quello di aver scoperto che il padre ha una relazione con un altra donna, cosa che io purtroppo sapevo da tempo e infatti viviamo da separati in casa pur senza rinunciare a condividere la nostra situazione di genitori. Mi sembrava la cosa più giusta da fare, invece mio figlio mi ha confessato di vivere male in casa, di non stimare il padre e di provare pena per me che accetto questa situazione.
Io e mio figlio abbiamo sempre avuto un buon rapporto, ma ultimamente è sempre in contrasto con me, dice che non sono più il suo punto di riferimento, sta spesso fuori di casa, rientra molto tardi la sera e dovendo frequentare anche l’università questo, secondo me, gli provoca uno stato di forte stress e di stanchezza.
Non so cosa fare, cerco continuamente di stabilire un rapporto con lui con tutto l’affetto che posso dargli, a volte imponendo la mia autorità, ma purtroppo non sortisco nessun effetto e lo sento sfuggirmi sempre di più.
Mi consigli cosa posso fare per lui, se possibile…

Cara E.,
A volte il troppo affetto soffoca: lei gli ha donato le ali, ora lo lasci volare!
Cari saluti (…e pensi un po’ anche a sé stessa).

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Psicologo