Incubi notturni - GravidanzaOnLine

Incubi notturni

Anonimo

chiede:

Buonasera dottore, ho due bimbi di 20 mesi e 4 anni, quest’ultimo soffre di incubi notturni. Il fatto è che sta diventando un problema ormai quotidiano, tutte le sere dopo circa 3 quarti d’ora che si è addormentato si sveglia piangendo, il mattino dopo però non ricorda nulla. Gli incubi sono iniziati prima dell’estate, poi sono scomparsi ora però ci risiamo. Non so cosa pensare, mi sto preoccupando pensando che magari la responsabilità sia dovuta a qualcosa che è successo a scuola, oppure una forma di gelosia nei confronti del fratello. Tuttavia sembra assolutamente tranquillo sia nei confronti della scuola che del fratello. Cosa posso fare per aiutarlo? Grazie

Cara mamma, da quanto racconta suo figlio potrebbe soffrire del “pavor nocturnus” ossia del terrore notturno, un disturbo del sonno abbastanza frequente nei bambini. Le cause di questo fenomeno sono ancora sconosciute ed oggetto di studio, ma non è niente di preoccupante.
Visto che sembra che ci sia stato il periodo estivo in cui questi incubi non si sono presentati, può pensare se prima e dopo l’estate è successo qualcosa in particolare che può avergli causato tensione o se durante l’estate invece è stato più sereno e tranquillo. In generale, le consiglio di non svegliare suo figlio, di non toccarlo o prenderlo in braccio, ma di lasciarlo nel suo letto e di parlargli dolcemente e in modo calmo fino a che non si è tranquillizzato. In alcuni momenti le potrebbe sembrare sveglio, ma in realtà non lo è, è per questo che la mattina successiva non ricorda nulla di quanto accaduto. Stia tranquilla, generalmente questo problema scompare naturalmente dopo un po’ di tempo.

Cordiali saluti

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Psicologo