Anonimo

chiede:

Gentile Dottore,
ho 29 anni e sono alla 24 settimana della mia prima gravidanza.
Di recente la mia ginecologa mi ha prescritto un tampone vaginale e
cervicale avendo notato la presenza di qualche perdita di colore giallo.
Quando mi sono recata al laboratorio per eseguire il tampone si sono
mostrati un po’ perplessi perché hanno detto che il tampone cervicale oltre
un certo periodo della gravidanza potrebbe provocare contrazioni uterine
sopratutto al momento dell’inserimento dello speculum.
Ora dopo aver effettuato la cura devo ripetere il tampone per vedere se
effettivamente ho superato l’infezione e mi chiedo se esiste veramente
questo rischio di cui mi hanno parlato al laboratorio.
Grazie per l’attenzione.
Cordiali saluti.

Redazione

Redazione

risponde:

Assolutamente no. Mentre è alto il rischio di non trattare adeguatamente una
cervicovaginite soprattutto in gravidanza. Se l’inserimento di uno speculum
e di un minuscolo tampone fossero così rischiosi, pensi i rapporti cosa
potrebbero provocare. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo