Ho avuto due interruzioni spontanee di gravidanza - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentilissima dottoressa, a volte confidarsi con un estraneo è
paradossalmente più facile che con i propri cari. Mi chiamo Marta, ho 30
anni e a novembre e marzo scorsi ho avuto due interruzioni spontanee di
gravidanza, rispettivamente alla 17° e 10° settimana. Da allora per me
tutto è cambiato, come non avrei mai pensato potesse succedermi. Non
riesco più ad essere serena, non tanto e non solo per me; è che ho il
chiodo fisso di quella bambina che ho visto muoversi dentro di me con
l’ecografia (mi riferisco alla prima gravidanza che si è interrotta
piuttosto avanti) e che non ha avuto la fortuna di nascere. Ho un
terribile senso di inadeguatezza che non riesco a gestire e che a volte mi
porta tristemente ad una cieca e meschina invidia per le mie amiche e i
loro bambini più fortunati. Io non voglio ridurmi a questo. A volte penso
anche di riprovare ad avere un figlio con mio marito, che amo e dal quale
sono amata senza riserve, ma subito mi ritrovo a constatare che, comunque,
nulla tornerà indietro. Lo so che questo atteggiamento non serve a nulla e
non aiuta nè me nè gli altri, ma mi sento paralizzata e non riesco a
voltare pagina. La ringrazio di cuore se vorrà darmi un suo parere.

Cara Marta,
a volte gli aborti ci fanno soffrire, ma se avvengono il motivo non è sempre
l’inadeguatezza della madre: possono esserci varie ragioni, fra le quali
spesso ci sono le malformazioni del feto, che determinano la fine della
gravidanza.
Lei ha avuto la sfortuna di avere due aborti consecutivi, ma insomma, visto
che siete due persone in buona salute e giovani, provando e riprovando,
vedrete che il vostro sogno di diventare genitori potrà avverarsi. Certo,
bisogna essere forti: una gravidanza non deve essere accolta come la
promessa di un desiderio da realizzare, ma come un’opportunità, da cogliere,
e sulla quale impegnarsi a fondo affinché vada a buon fine, nella
consapevolezza che gli esseri umani sono intelligenti, ma non onnipotenti e
dunque anche un’eventuale sconfitta va messa nel conto.
Cari saluti e auguri.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Psicologo