Golf ball e Sindrome di Down | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Ho 25 anni, incinta alla 17ma settimana. Dall’ultima ecografia è
stata riscontrata una golf ball al ventricolo sinistro di un feto maschio.
Il ginecologo mi consigliava di fare una amniocentesi, poiché questo tipo
di anomalia potrebbe essere riscontrato nei bambini down. Ho eseguito in
un centro specializzato un’ecografia più accurata compreso l’esame
strutturale,
dalla quale risulta che tutto è nella norma (lunghezza braccia, delle
gambe,
cranio, cuore, e tutti gli altri organi, compreso lo spessore della pelle
del collo). Questo centro mi sconsiglia l’amniocentesi perché la
golf-ball
unica anomalia riscontrata non costituisce il rischio di aver un bambino
down. La domanda che volevo porvi: da questi controlli effettuati posso
avere un alta possibilità che il mio bambino non nasca down? O con altri
problemi dovuta a questa anomalia?

Il segno della golf ball, con cui si descrivono i foci ecogeni nei
ventricoli cardiaci del feto, non è affatto un’anomalia, come lei la
definisce. È solo un segno, considerato da alcuni un soft marker di
possibili cromosomopatie. È piuttosto frequente e il più delle volte è del
tutto innocente. Infatti, secondo le più recenti acquisizioni, quando è
isolato, cioè non associato a nessun altro segno, l’aumento dell’incidenza
di cromosomopatie, fra cui la S. di Down, è irrilevante. Nello stesso tempo
sono convinto che l’amniocentesi non è una cosa che si può sconsigliare o
consigliare, ma è piuttosto una scelta sulla base di informazioni corrette e
non su aspetti emotivi, come purtroppo mi capita di osservare. Nel
rispondere alla sua domanda, devo dirle che le possibilità di avere un bimbo
Down dipendono da molteplici fattori, anche casuali, di cui la golf ball è
davvero poca cosa. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo