Anonimo

chiede:

Egregio Dott. Comparato, sono una ragazza di 26 anni al 4° mese di gravidanza. Le scrivo per avere delle informazioni in merito al mio futuro parto. Le racconto brevemente la mia storia, nel 1999 mi è stata riscontrata una corioretinite acuta. Dopo varie terapie nulla di fatto, l’infezione passa ma mi ritrovo con solo 4/10 di vista all’occhio sinistro. Nel 2005 sono stata sottoposta ad un intervento relativo ad un glaucoma, e sempre nell’ottobre del 2005 ho subito un intervento relativo alla presenza di cataratta. Ora mi chiedo, un eventuale parto naturale, potrebbe compromettere ulteriormente la mia vista, e il mio bambino potrebbe avere problemi? La ringrazio anticipatamente con la speranza che gentilmente possa rispondere in breve tempo e magari alleviare le mie preoccupazioni e quelle di mio marito. Grazie.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Signora, non credo che ci siano indicazioni al cesareo. Pero consideri alcuni aspetti…
Sicuramente un oculista dovrà valutare nel dettaglio lo stato dei suoi occhi. Se dovesse identificare qualche reperto in grado di peggiorare con un parto spontaneo, sicuramente dovrebbe segnalarlo.
Se effettuare o meno un cesareo, spesso dipende dal modo di operare e dai protocolli dell’ospedale, e spesso le indicazioni non coincidono fra strutture sanitarie differenti.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo