Anonimo

chiede:

Salve, scrivo per spiegarvi brevemente la mia storia. Ho 24 e sono al 7° mese di gravidanza. All’età di 14 anni mi è stato diagnosticato un glaucoma che non rispondendo alla terapia farmacologica mi è stato operato dopo circa un mese ad un occhio e successivamente dopo un anno all’altro… ed inoltre ho dei danni ben importanti al nervo ottico… comunque non facevo più terapia perchè la pressione era tornata ai livelli ottimali, ma l’hanno scorso ho avuto una ricaduta per cui ho cominciato ad assumere il carteback dal 3° mese di gravidanza… l’ho sospeso perchè secondo l’oculista la pressione era sotto controllo. Adesso mi chiedo: potrò partorire col parto naturale???? La mia ginecologa mi accennava la possibilità della parto in analgesia, ma in questo caso verrebbe annullato e neanche del tutto il dolore, ma a me il problema non sarebbe invece lo sforzo nelle spinte? Ringrazio la vostra disponibilità…

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Lucy,
la persona maggiormente indicata a darle dei consigli a riguardo, è l’oculista che l’ha seguita in quanto conosce perfettamente il caso. Per via indiretta non è possibile esprimere un parere circostanziato.
Solo l’oculista che l’ha seguita infatti, è in grado di dire se uno sforzo espulsivo potrebbe essere in grado di danneggiare l’occhio.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo